Big Little Lies seconda stagione: futuro incerto per la serie rivelazione della HBO

0
Le attrici in una scena della serie,fonte HBO

La serie televisiva Big Little Lies si è da poco conclusa negli Stati Uniti sul canale via cavo HBO e l’inaspettata successo potrebbe far sì che quella che sarebbe dovuta essere solo una miniserie possa avere un seguito.

La serie, tratta dal romanzo della scrittrice australiana Liane Moriarty, è composta da sette puntate e narra le vicende di tre donne molto diverse fra loro che vivono nell’apparente perfetta cittadina di Monterey in California. Le protagoniste principali sono interpretate da Nicole Kidman, Reese Witherspoon, Shailene Woodley, Laura Dern e Zoe Kravitz.

Big Little Lies inizia con un omicidio avvenuto durante la serata del trivia night e questo è l’unico indizio che avremo sul tragico evento fino all’ultima puntata. Il mistero sull’identità della vittima e del killer verrà svelato solo durante il finale di stagione. In realtà l’omicidio è solo uno spunto per far partire una digressione che, puntata dopo puntata, permetterà agli spettatori di scoprire i misteri di queste tre donne e ciò che è successo nelle settimane prima del tragico evento.

Al momento non c’è niente di certo e il regista Jean Marc Valle sostiene che non sia necessario tornare per una seconda stagione. Valle preferirebbe vedere il medesimo cast in un altro progetto.

Le dichiarazioni in merito del regista sono state: “Questo è stato un finale perfetto. Non c’è motivo di fare una seconda stagione. L’idea iniziale era di girare una miniserie e così dovrebbe rimanere. Il finale aperto dà modo agli spettatori di crearsi una propria idea su come le vicende delle protagoniste potrebbero continuare. Se dovessimo fare una seconda stagione potremmo rovinare la magia che abbiamo creato. Voglio dire, adorerei lavorare di nuovo con Nicole Kidman e Reese Witherspoon e il resto del cast ma non per una seconda stagione. Si tratta di un grandissimo show e sono felice ed emozionato di essere stato scelto per un progetto del genere.”

Invece la scrittrice del libro Liane Moriarty e l’attrice e produttrice Reese Witherspoon sono più inclini a dar vita a una seconda stagione di Big Little Lies.

La Moriarty ha dichiarato di aver iniziato a pensare a come la storia di queste donne potrebbe continuare e la Witherspoon durante un’intervista con il giornale Glamour ha ammesso di averne già discusso con Nicole Kidman e che l’esperienza in televisione ha lasciato a entrambe il desiderio di dedicarsi a più progetti televisivi.

Il finale è stato emozionante e personalmente non saprei se sia davvero necessaria una seconda stagione. Sta di fatto che vedere una serie così reale, cruda e coinvolgente con protagoniste femminili complesse, forti e allo stesso tempo fragili e così vicine alla realtà di molte donne è qualcosa che non capita spesso e più storie del genere dovrebbero essere raccontate.

Infine, in caso non dovesse esserci una seconda stagione di Big Little Lies, Nicole Kidman e Reese Witherspoon potrebbero riunirsi nell’adattamento di un altro libro della stessa Moriarty “Truly,Madly,Guilty”.