Bonus bici, da domani il via alle domande. Costa: “Rimborsi per chi non è riuscito ad usufruirne”

Il ministro ha garantito nuovi fondi dopo il caos creatosi per il blocco della piattaforma buonomobilita.it

0
Bike sharing
Noleggio bici, Fonte Pxfuel

Il bonus bici rientra nella serie di aiuti predisposti dal governo durante i mesi scorsi per venire incontro coloro che sono stati colpiti maggiormente dalla crisi a seguito dell’emergenza Coronavirus.

Ebbene tutti coloro che hanno comprato una bici o un monopattino (anche elettrico) a partire dal 4 maggio fino al 2 novembre 2020, e che non sono poi riusciti ad usufruire del bonus a causa dell’esaurimento dei fondi (215 milioni), potranno ripresentare la domanda da domani, 9 novembre, fino al 9 dicembre.

I 215 milioni di euro che erano stati stanziati proprio per il bonus bici, infatti, sono andati esauriti in sole 24 ore, dopo una lunga coda sulla piattaforma digitale che ha provocato malcontento e polemiche.

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa del Movimento Cinque Stelle, si è espresso in merito alla vicenda ed ha annunciato che il suo ministero intende rispettare, nonostante le difficoltà, gli impegni presi.

“Rimborseremo tutti, nessuno resterà indietro”, ha detto il giorno dopo dell’inizio del caos creatosi dopo il blocco della piattaforma che era stata predisposta dal ministero dell’Ambiente (buonomobilita.it) per richiedere il rimborso.