Bonus Spesa 2021: in cosa consiste, come e a chi richiederlo

0
Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza

Si aprono le domande per il Bonus Spesa 2021. Arriva l’ultima ondata di contributi destinati all’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità, con un importo di circa 200 euro da utilizzare entro la fine dell’anno; mentre per i requisiti di assegnazioni abbiamo criteri molto meno stringenti. Non un vero e proprio bonus di natale, ma spesso accade che vengano tenuti in serbo dai Comuni che li gestiscono così da assegnare un ultima erogazione, proprio a ridosso delle festività natalizie e di Capodanno.

Cosa è il Bonus Spese 2021? Il bonus spesa è una delle misure di sostegno previste dal Decreto Sostegni-Bis (introdotto per la prima volta dal Decreto Ristori-ter) con l’obiettivo di supportare le famiglie in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19. Un’ulteriore entrata a sostegno delle famiglie, che hanno visto perdere la propria occupazione o essere ridotte le proprie entrate. Per l’anno corrente, il Governo ha stanziote oltre 500 milioni di euro.

Come e a chi chiedere tale bonus? Il Bonus Spesa è gestito prettamente dai comuni di residenza, quindi non dall’Inps come avviene per il Reddito di Cittadinanza. Dunque, l’erogazione dei buoni spesa avverrà fino all’esaurimento delle risorse stanziate e in base ai termini di presentazione stabili da ciascuna amministrazione. Sarà sempre il Comune di competenza a gestire i requisiti per l’importo da ricevere, soprattutto in base all’ISEE delle singole famiglie.

I Comuni hanno già ricevuto le nuove risorse e molte città italiane, se non tutte, hanno già predisposto nuovi bandi di concorso per i propri residenti. Ricordiamo che l’importo massimo nazionale è di 600 euro. Il Bonus Spesa sarà destinato solamente per l’acquisto di generi alimentari, ma anche  prodotti per la cura del corpo o per la pulizia della casa, medicinali e beni per bambini e neonati.

Sono 42 i negozi e i supermercati presso i quali si possono spendere i Bonus Spesa Covid19 di dicembre 2021 del Comune di Napoli. Sono previsti sconti fino al 15% sui prodotti con un conseguente  rimborso dal Comune al negozio, dietro ovvia presentazione di fattura elettronica. Gli Enti Locali hanno la scadenza  unica: entro il 31 Dicembre 2021 le amministrazioni locali devono aver speso le risorse disposte dal Governo.