Borgo Veneto, chiama il bar Covid-19: il sindaco firma l’ordinanza per oscurare l’insegna

L'episodio ha suscitato scalpore e il primo cittadino è subito corso ai ripari

0
Bar, fonte Videos-Pexels, google contrassegnate per essere riutilizzate
Bar, fonte Videos-Pexels, google contrassegnate per essere riutilizzate

Apre un nuovo bar e decide di chiamarlo “Covid-19”, l’episodio è accaduto a Borgo Veneto, comune in provincia di Padova. Protagonista l’imprenditore Dino Trivellato, il cui gesto ha destato scalpore tra i cittadini e indignato il sindaco del paese.

Numerosi automobilisti quando si sono trovati a transitare presso via Longo pasquale, lungo la strada regionale 10, in direzione Montagnana, hanno fatto inversione di marcia e sono tornati indietro, increduli per il nome attribuito all’esercizio commerciale.

Il bar non è ancora entrato in funzione ma ha già creato numerose polemiche. Così il sindaco di Borgo Veneto, Michele Sigolotto, ha deciso di intervenire subito, firmando un’ordinanza per oscurare l’insegna, ritenuta  “poco rispettosa dei tempi in cui viviamo e delle miglia di vittime che si sono registrate in Italia”.

E pensare che l’attività si trova a soli 20 minuti da Vò Euganeo, paese in cui si registrò uno dei primi focolai da coronavirus e subito divenuto zona rossa. Denominare un bar in tal modo per molti residenti è un atto che non tiene conto delle persone che hanno perso la vita e di quelle che ancora lottano per sconfiggere il virus.