Bracci robotici: cosa sono e come possono aiutare a gestire un magazzino aziendale

0

Attualmente sono sempre più numerose le aziende che hanno deciso di introdurre uno o più bracci robotici nel proprio magazzino. Questi strumenti intelligenti si propongono come alleati eccezionali che permettono di aumentare la produttività.

La tecnologia continua a fare passi enormi, portando nel mondo dell’industria 4.0 delle soluzioni uniche che gli imprenditori non possono proprio sottovalutare. I bracci robotici vengono utilizzati in diversi contesti industriali e sempre più frequentemente nell’ambito della logistica. In questo articolo parliamo proprio della gestione del magazzino: cosa può fare un robot e come può migliorare le attività gestionali?

Alla scoperta del braccio robotico

Un braccio robotico industriale è un macchinario che può essere programmato a seconda delle esigenze. è uno strumento che ha appunto la forma di un braccio meccanizzato e che presenta molteplici funzioni. Si muove come si muoverebbe un braccio umano, ma in modo automatico, schematizzato e molto più rapido. Grazie ai suoi componenti può eseguire movimenti rotatori e di traslazione. Tutti i bracci robotici sono provvisti di una mano robotica che può essere rappresentata da un morsetto, da una ventosa oppure da una pinza. La tipologia di mano varia a seconda delle mansioni da svolgere.

Il primo prototipo di robot industriale venne costruito dall’ingegnere inglese Bill Griffith P. Taylor nel 1938. Tuttavia, solamente negli anni ’70 si cominciò davvero a dare valore e sostegno allo sviluppo tecnologico. I bracci robotici industriali che conosciamo oggi sono il frutto di anni e anni di ricerche e progressi, e sicuramente nei prossimi anni diventeranno ancora più funzionali.

I bracci robotici e la loro utilità all’interno di un magazzino logistico

Come anticipato, un braccio robotico può avere una mano a pinza, a morsetto, a ventosa o di altro genere a seconda delle necessità. In base alla tipologia di merce si può selezionare la mano robotica ideale, facendo sì che il robot possa:

  • prendere e spostare la merce,
  • posizionare i prodotti,
  • assemblare dei componenti,
  • riempire e chiudere scatoloni.

Grazie alla tecnologia odierna i bracci robotici possono essere programmati per eseguire queste e altre operazioni in maniera veloce e continuativa, riducendo al minimo gli errori.

I vantaggi garantiti dall’utilizzo dei bracci robotici

Considerando le varie caratteristiche e funzionalità di un braccio robotico, è possibile affermare che questi apparecchi assicurano numerosi vantaggi a chi decide di implementarli all’interno del proprio magazzino. Garantiscono una riduzione dei tempi logistici, una funzionale automatizzazione dei processi e la possibilità di raggiungere la massima produttività.

Occupandosi di varie mansioni al posto dell’uomo, i bracci robotici industriali riescono non solo a rendere le attività ripetitive più rapide, ma anche a promuovere la sicurezza degli operatori. Questi ultimi, infatti, possono occuparsi del controllo delle macchine, della programmazione e di un minor numero di attività. Questo, chiaramente, riduce in modo netto la possibilità di incidenti e infortuni.

In pratica, l’uso dei bracci robotici può ottimizzare la logistica sotto molti punti di vista, garantendo un’elevata precisione e tanti altri vantaggi. Proprio per questa ragione sempre più aziende hanno deciso di investire nell’implementazione dei robot collaborativi all’interno del magazzino e non solo.