Brenda Song: “Non ero abbastanza asiatica per Crazy, Rich Asians”

0
brenda-song
Brenda Song. Fonte wikimedia commons

2Brenda Song è un’attrice statunitense conosciuta principalmente per i suoi numerosi ruoli in produzioni targate Disney.

Infatti la Song raggiunse il successo internazionale con il ruolo di London Tipton nella serie Zack & Cody al Grand Hotel andata in onda su Disney Channel dal 2005 al 2008. In seguito l’attrice è tornata nei panni di London Tipton nel sequel e spin-off della serie, Zack & Cody sul ponte di comando, in onda dal 2008 al 2011 su Disney Channel.

L’attrice, di origini americo-tailandesi e Hmong ha recentemente dichiarato alla rivista americana Teen Vogue di essere stata esclusa dai provini per Crazy, Rich Asians perché considerata “non abbastanza asiatica” per un ruolo.

Ecco cosa ha affermato Brenda Song in merito ai provini:

“Molte persone non lo sanno ma non ho potuto partecipare ai casting per Crazy, Rich Asians. Mi è stato detto che la mia immagine non fosse abbastanza asiatica, senza troppi giri di parole. Mi si è spezzato il cuore. Al momento ho risposto: “Questo personaggio ha sui venticinque-trent’anni, è americano di origini asiatiche e non posso nemmeno fare un provino? Ho fatto provini per ruoli caucasici nel corso di tutta la mia carriera e quando c’è un ruolo per un’americana asiatica non posso nemmeno partecipare?” Mi sono sentita come se non sapessi più quale fosse il mio posto.” 

Jon M. Chu, il regista di Crazy, Rich Asians, ha negato sul proprio profilo Twitter di aver mai pronunciato queste parole, scrivendo:

“Non direi mai una cosa del genere. Mi dispiace molto che lei pensi che questa sia la ragione. Adoro Brenda Song e sono un suo ammiratore. Non le ho chiesto di presentarsi per un provino perché sapevo già chi fosse.”

Attualmente Brenda Song è nel cast principale della serie televisiva di Hulu Dollface, affiancata da Shay Mitchell, Kat Dennings ed Esther Povitsky.

La serie, prodotta da LuckyChap Entertainment, è stata rilasciata su Hulu il 15 novembre 2019 ed è ancora inedita in Italia.