Brexit: il Regno Unito rischia una grave crisi

Governo May: "Qualsiasi piano renderà il Regno Unito più povero".

0

La Banca d’Inghilterra ha pubblicato le stime sulle conseguenze della Brexit in caso di “no deal” (nessun accordo); lo scenario è a dir poco apocalittico.

L’economia britannica, secondo queste stime, si contrarrà dell’8% nel 2019 e Londra perderà 10,5 punti di Pil in 5 anni. La sterlina potrebbe crollare del 25%, in parole povere il prezzo delle case capitolerebbe del 30% e la disoccupazione raddoppierebbe. Un colpo basso per tutti coloro che durante il referendum votarono per uscire dall’Europa.

Il governatore della Banca d’Inghilterra Carney, infatti, ha fatto notare che questa probabilmente sarà la peggiore crisi dal 1945, dopo la Seconda Guerra Mondiale. Theresa May ha ammesso assieme al suo governo che qualsiasi piano di uscita renderà il Regno Unito più povero rispetto alle altre potenze europee.