Britannia, storia e fantasy nello scontro tra celti e romani

Nel cast anche l'italiano Fortunato Cerlino, ex Don Pietro Savastano in Gomorra

0
Foto da pagina Facebook Britannia Italia - serie TV

Ha debuttato lo scorso 22 gennaio in Italia su Sky Atlantic HD la nuova serie tv storica Britannia. Vagamente ispirata alla serie Vikings, Britannia è ambientata nel 43 AD, quando l’attuale Regno Unito era una zona dominata da regine guerriere e potenti Druidi.

La trama ruota attorno alla scalata al potere di Kerra, figlia del Re dei Cantiaci, una tribù celtica risalente a prima della conquista da parte dei romani. Antagonista della donna sarà la regina Antedia, sua acerrima nemica, con la quale saranno però costrette a mettere da parte ogni inimicizia per far fronte comune e unire le forze quando i romani invaderanno la Britannia.

Dopo che Giulio Cesare non è riuscito a compiere l’impresa, i romani sono ancora determinati a conquistare la Britannia e a distanza di un secolo tornano più agguerriti che mai. Le varie tribù e i druidi sono dunque costretti a unire le forze per difendere la loro terra.

Tra i membri del cast figurano i nomi di Kelly Reilly (True Detective) nei panni di Kerra, Ian McDiarmind (Star Wars) in quello del re dei Cantiaci e Zoë Wanamaker (Mr. Selfridge) in quelli della regina Antedia. Mackenzie Crook (Pirati dei Caraibi) sarà invece Veran, leader dei Druidi. David Morrissey (The Walking Dead) interpreta il Generale Romano Aulus Plautius, leader forte e determinato ad avere successo nella conquista della Britannia ma che nasconde un oscuro segreto che potrebbe minacciare la missione. Nikolaj Lie Kaas (Angeli e Demoni) veste i panni del Druido Divis mentre Eleanor Worthington-Cox (Maleficient) è la dodicenne celtica Cait, che si alleerà con Divis per sconfiggere i romani.

Fa parte del cast anche l’attore italiano Fortunato Cerlino, noto per il ruolo di Pietro Savastano nelle prime due stagioni di Gomorra, che interpreta il ruolo dell’Imperatore Romano Vespasiano.