Buon compleanno e buon tour, Madh

0
madh

Oggi 13 novembre festeggia il suo compleanno un giovane cantante sardo molto particolare, già a partire dal nome: Madh, vero nome Marco Cappai. Si è affermato e fatto notare durante la scorsa edizione del talent show di Sky.

Inizialmente, quando si è presentato ai provini è stato visto, soprattutto da Morgan, come un cantante capace ma da  “demengonizzare”. Insomma come quello che non capisci se ha talento o solo voglia di apparire, imitando. Poi è sbocciato, puntata dopo puntata tirando fuori la sua vera personalità e tutta la sua voce per poi, raggiungere il secondo posto nella finale di X Factor 2014, dietro solo al suo compagno di squadra Lorenzo Fragola. Il post-talent è andato ancora meglio con la pubblicazione del video del suo primo singolo ‘Sayonara’, poi l’uscita dell’ album Madhitation’ e adesso il è partito con il Madhitation Tour in giro per l’Italia.

Insomma a 22 anni, appena compiuti, la sua carriera sembra sulla strada giusta ma il suo amore per il canto nasce molti anni prima e in una circostanza alquanto bizzarra. A raccontarlo è proprio lui:

“Ho avuto la conferma che la musica sarebbe stata il mio futuro ad un saggio di fine anno scolastico, facevo la quinta elementare. Ero il protagonista di un musical in cui interpretavo la parte di San Francesco. Ogni mio intervento era una canzone. Più cantavo e più ero felice”.Così, ha cominciato a scrivere testi di canzoni e poi,  ha deciso di partecipare a X Factor e di rischiare il tutto per tutto: “Sono sempre stato molto titubante sulla mia partecipazione come concorrente in un talent show e quelle poche volte in cui mi è saltato in testa di farlo ho buttato quel pensiero nel cestino due istanti dopo averlo pensato. Lo scorso anno non è andata proprio così. Ho voluto provare a fare un’audizione un po’ per gioco, consapevole del rischio di non essere capito o di non essere particolarmente idoneo agli standard di un talent italiano. Passato il primo provino, passato il secondo fino ad arrivare a far parte della squadra di Fedez mi ha acceso quella fiamma dentro che mi ha fatto dire: ormai ci sono dentro, ci metto tutto me stesso, voglio che la gente veda di cosa sono capace. L’aver raggiunto il secondo posto mi ha semplicemente dato la conferma che rischiare è il gioco più bello del mondo, e continuerò a giocare”.

E il suo gioco adesso si chiama Madhitation Tour partito il 16 ottobre a Torino all’Hiroshima Mon Amour e che si concluderà il 13 Dicembre all’Alcatraz di Milano.  Questo progetto è il primo vero traguardo della sua  vita. E’ ciò che dà senso a tutto quello che ha fatto per arrivarci: “Madhitation è la mia meditazione, è quello che sono, gli stati d’animo che rispecchiano la mia persona. Parla di me, come potrebbe parlare di te, o di tutti coloro che vogliono collegarlo ad una loro situazione personale. E il Tour è la concretizzazione del mio disco”.

Le prossime date:

14 Novembre – Vox Club – Nonantola

20 Novembre – Viper – Firenze

21 Novembre – Treviso

28 Novembre – Phenomenon – Fontaneto D’agogna (NO)

5 Dicembre – Vidia – Cesena

11 Dicembre – Brancaleone – Roma

13 Dicembre – Alcatraz – Milano

madh