Busto Arsizio, Eva Sacconago può riposare in pace

0

A Busto Arsizio oggi una tragedia ha trovato giustizia. La ex suora, Maria Angela Faré, è stata condannata a tre anni e sei mesi per violenze sessuali nei confronti della giovane 26enne che ha deciso di mettere fine al suo dolore con il suicidio. Le violenze si sono protratte per vari anni, quando Eva Sacconago era ancora minorenne. Oggi i genitori della vittima piangono di felicità per aver ottenuto giustizia. La ex suora, che aveva rinunciato ai voti durante l’inchiesta, è stata, però, assolta dalla accuse di stalking e violenza privata.

Le violenze sono iniziate nel 2011 quando Eva aveva 12 anni e frequentava assiduamente la parrocchia dove prestava servizio Maria Angela. Poi all’età di 26 anni la vittima decide di porre fine alla sua vita; i genitori erano allo scuro di tutto e apprendono delle violenze dai diari segreti della giovane e dagli sms che la suora di 55 anni le inviava continuamente. L’accusa aveva chiesto che venisse condannata anche la congregazione religiosa delle Figlie di Maria Ausiliatrice, responsabile civile, a versare assieme all’imputata un maxi-risarcimento  non inferiore a 500mila euro per i danni morali subiti. Tuttavia, oggi il Tribunale di Busto Arsizio ha deciso di assolvere la congregazione; «Questa sentenza è un segnale importante – ha commentato l’avvocato dell’accusa, Massironi – ma i giudici avrebbero dovuto dichiarare la responsabilità della congregazione religiosa, che secondo noi non ha vigilato sul comportamento della suora».