Cagliari: Ibarbo, da stella a sacrificabile. La situazione

0

Il Cagliari ha conquistato sul campo il ritorno in Serie A, dopo un anno di “purgatorio” nella serie cadetta; un grande traguardo, ma il difficile arriva ora: infatti il ds dei sardi, Stefano Capozucca, dovrà lavorare per cercare di trattenere i suoi talenti. Le maggiori novità dovrebbero riguardare l’attacco: resta in dubbio infatti la conferma di Cerri, in quanto il giovane attaccante sembra destinato a tornare alla Juventus. E allora ecco che la società si muove per fare cassa e regalare a mister Massimo Rastelli una punta per affrontare la Serie A.

La situazione di Ibarbo: resta o lascia il Cagliari?

Il pezzo pregiato da piazzare sul mercato risponde al nome di Victor Ibarbo, attaccante colombiano classe 1990 con un passato alla Roma e attualmente all’Atletico Nacional, ma che è di proprietà, appunto, dei sardi. Dalla sua cessione il Cagliari potrà raccogliere, indicativamente, tra gli 8 e i 10 milioni di euro. Ma quali sono le squadre interessate al colombiano?

L’intervista a “Caracol Radio”

A sbrogliare la matassa e rendere la situazione più chiara ci pensa proprio l’attaccante che, alla radio colombiana “Caracol radio”, spiega: “Volevo rimanere a Medellin (città dove ha sede l’Atletico Nacional, ndr) fino a dicembre, ma il Cagliari vuole che ritorni in Italia per poi essere ceduto. Chi mi segue? So dell’interessamento di Panathinaikos e Valencia”. Quindi sul giocatore ci sono le ombre del Valencia, che dopo un anno disastroso ha assoluto bisogno di ripartire, e il Panathinaikos di Andrea Stramaccioni, la cui offerta pervenuta al Cagliari è stata resa nota: la società greca ha chiesto il prestito, ma i sardi, come già detto, puntano alla cessione a titolo definitivo. I margini per trattare ci sono: ecco un’altra trattativa da tener d’occhio, che riguarda un attaccante molto apprezzato in Italia, ma che non ha saputo riconfermarsi al meglio anche all’estero.