Cagliari-Juventus, le dichiarazioni post partita: Giulini “soddisfatto dei ragazzi”

Le dichiarazioni post partita della gara di ieri tra Cagliari e Juventus. Oltre alla premiazione a Gigi Riva tante emozioni sul campo per tutti. Giulini soddisfatto della sua squadra così come Rastelli, ma le parole più forti da Allegri che ringrazia l'isola

0

img_2470.jpgCagliari, le dichiarazioni post partita di Rastelli e Giulini

Rastelli e Giulini entrano in sala stampa visibilmente ottimisti tanto che durante la conferenza stampa parleranno di una prestazione fuori dagli schemi e apprezzabile.

Proprio Rastelli dice :”Per 37 minuti c’e stata un’interpretazione perfetta della gara, con le linee molto corte. Andavamo alla conclusione con piu continuità della Juve e nel nostro momento migliore abbiamo fatto quell’errore e, ovviamente, quando vai sotto con queste squadre è difficile recuperare. Siamo andati sotto appena ricominciata la ripresa e l’espulsione ha fatto finire tutto. Con Pisacane avremmo potuto riaprirla ma Buffon ha fatto una paratona.”

“Dalla gara contro il Sassuolo c’e stata una continuità di buone prestazioni, a parte la gara di domenica scorsa. Dobbiamo continuare cosi, con sacrificio e compattezza. Serve l’aiuto di tutti. I centrali che vanno nell’area avversaria nelle palle inattive? No, io lascio dietro i giocatori più veloci per rientrare a coprire nel caso la squadra avversaria dovesse ripartire. Noi abbiamo sempre la superiorità in quelle situazioni. Certo, se gli avversari sono più veloci è più difficile.”

Giulini, il presidente del Cagliari Calcio commenta così il match: “Sono orgoglioso del Cagliari stasera. Un’ottima prima mezzora con un atteggiamento che dobbiamo avere ovunque. Dobbiamo ambire alla salvezza il prima possibile e poi puntiamo al decimo, massimo dodicesimo, posto.Prima di tutto la salvezza, il prima possibile. La mentalità e la concentrazione di stasera dobbiamo sfoderarle sempre. Purtroppo al primo errore ci hanno messo sotto, sennò all’intervallo saremmo potuti andare tranquillamente sullo 0-0.”

“Stasera è stata una serata magica e indimenticabile. Ringrazio Gigi e Malagò, io ho avuto i brividi e Gigi e i suoi compagni erano molto emozionati. Una bella serata davvero, purtroppo senza punti. Il secondo gol è arrivato a freddo e dobbiamo limare questo difetto che abbiamo, di prendere gol a inizio gara o ripresa perché non siamo abbastanza concentrati. Siamo stati in partita dopo l’espulsione. Siamo stati puniti da una disattenzione e da un po’ di deconcentrazione. Sono orgoglioso dei miei ragazzi.
Ibarbo? I fischi vogliono dire che i tifosi ci sono rimasti male perche è andato via ma sono convinto che quei pochi fischi si trasformeranno in applausi”.

Allegri in conferenza stampa: “E’ sempre un’emozione forte tornare in Sardegna”

Anche Allegri in conferenza stampa dice la sua e ringrazia anche il Cagliari per l’occasione che ha avuto tanti anni fa. Ecco le sue dichiarazioni: “Sapevamo sarebbe stata una gara difficile ma dopo il gol e la loro espulsione la gara si è incanalata bene. Il Cagliari è una buona squadra, con una buona tecnica e sta facendo bene. Un cammino importante. Noi qualcosina l’abbiamo concessa e non dobbiamo farlo più. Ho la fortuna di avere un’ottima rosa e tutti si devono sacrificare in attacco e difesa.”

“Quando vengo in Sardegna, e oggi più che mai, sto benissimo e per me è sempre un’emozione speciale. Sono venuti a trovarmi tanti amici e spero che il Cagliari vada sempre bene. La Sardegna è sempre nel mio cuore.
Marchisio ha fatto una buona gara e un assist ma deve migliorare la condizione. Dobbiamo battere il Palermo venerdì e continuare a vincere perché Roma e Napoli non mollano.
Gli infortuni servono perché compattano il gruppo. Comunque non dobbiamo rilassarci e mantenere la testa all’obiettivo.”

“Fa sempre piacere vincere, questa è la mia centesima. Ma se non me l’avessero detto non l’avrei saputo. Bisogna però pensare agli obiettivi più vicini: Porto, Coppa Italia e sesto scudetto, che sarebbe da leggenda.”