Calcio-casinò, anche Rooney nel mirino della Cina

Il calcio cinese torna all'attacco: lo Shanghai Sipg vuole Wayne Rooney.

0

Le immense risorse finanziarie a disposizione delle società calcistiche cinesi stanno lentamente risucchiando in Super League i protagonisti del calcio europeo, come fa un inesorabile buco nero con tutto ciò che lo circonda. E’ una tendenza le cui radici risalgono a qualche anno fa, ma recentemente il Dragone calcistico ha deciso di fare uno shopping clamoroso in Europa, avanzando offerte a club e giocatori semplicemente folli e irrinunciabili. Qui non si parla più di calciatori a fine carriera che lasciano i grandi palcoscenici per calcare campi meno importanti, ma di personaggi che potrebbero ancora rivestire un ruolo importante nel calcio che conta. Non si vuole dare necessariamente un giudizio su questo processo che appare solo agli inizi, ma solo parlarne come un dato ormai di fatto.

Generalmente le indiscrezioni circa le offerte che provengono dalla Cina si rivelano poi fondate e quindi dobbiamo considerare come plausibile la possibilità che Wayne Rooney, bandiera del Manchester United, possa trasferirsi in Cina a fine stagione, a soli 29 anni. La soffiata proviene da La Gazzetta dello Sport, secondo cui lo Shanghai Sipg allenato da Sven Goran Eriksson starebbe puntando seriamente l’attaccante inglese. Al momento non ci sono informazioni dettagliate sull’offerta che sarebbe presentata ai Reds, ma sappiamo che Rooney potrebbe guadagnare l’assurda cifra pari a 33,5 milioni di euro a stagione. Rooney già sembrava in procinto di lasciare Manchester in tempi non sospetti; questo contratto gli farebbe guadagnare molto di più (con i Reds guadagna 20 milioni di euro a stagione) e l’annata poco emozionante sotto la guida di van Gaal potrebbero convincerlo a lasciare la Premier League e il calcio europeo.