Calciomercato, è derby d’Italia per Miralem Pjanic

0
Miralem Pjanic fonte foto: Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48800213
Miralem Pjanic fonte foto: Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48800213

Dopo la pubblicazione del calendario di Serie A per la prossima stagione, intanto le squadre italiane cominciano sfidarsi sul calciomercato. Infatti c’è già area di Derby di Italia, per l’acquisto di un giocatore: Miralem Pjanic. Il centrocampista bosniaco ha lasciato la Serie A lo scorso anno, dopo quasi 9 anni in Italia, per accasarsi con il Barcellona, in uno scambio con il centrocampista brasiliano Arthur Melo. Purtroppo però, il regista ex-Roma e Juve, ha giocato pochissimo in Catalogna, collezionando solo 19 presenze (non sempre da titolare) e non mettendo a segno nessun goal o assist. Il rapporto con l’allenatore Koeman non è mai sbocciato: per i blaugrana non è assolutamente incedibile.

Secondo il portale spagnolo ‘Sport.es’, ci sarebbero almeno tre squadre italiane interessate ad un suo ritorno in Serie A: Inter e Juventus. Il problema per tutte e due le squadre riguarda principalmente l’ingaggio, visto che Pjanic guadagna circa 8 milioni di euro a stagione. Uno stipendio veramente insostenibile da queste squadre, a causa anche della crisi economica causata dal Covid-19, che ha colpito tutto il mondo del calcio.

L’Inter, dal suo canto, non avrebbe un smisurato interesse vista la giù presenza di Brozovic in quel ruolo, e inoltre un eventuale altro ingaggio pesante da dover liquidare. Ricordiamo che i neroazzurri hanno il “freno a mano” tirato per il calciomercato, per via dei problemi finanziari che la dirigenza Suning sta affrontando. In più l’obiettivo primario permane un sostituto sulla fascia sinistra ad Hakimi, ceduto al PSG.

Allo stesso tempo, la squadra di mister Inzaghi dovrà comunque affrontare tre competizioni: Champions League, Coppa Italia e Campionato. La rosa attuale non dispone di ricalzi disponibili per poter affrontare tre competizioni, soprattutto nella zona centrale di centrocampo e in attacco. In effetti il ritorno di Eriksen rimane incerto, mentre Sensi è a continuo rischio infortuni come si è visto in questi due anni, Nainggolan sarà un partenete sicuro. Da rivalutare Vidal e Vecino, anche loro tormentati costantemente da guai fisici. Perciò si rischierebbe di rimanere a corto a centrocampo.

Per quanto riguarda i bianconeri, risulterebbero i più interessati ad un ritorno del bosniaco a Torino per due motivi: primo, per il ritorno sulla panchina della Juventus di Max Allegri, grande stimatore del bosniaco, secondo, a causa dell’infortunio dello stesso Arthur. Il brasiliano è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, e dovrà star fermo per circa 3 mesi. Urge un nuovo regista. La società torinese ha anche provato a offrire uno scambio con Ramsey, rifiutato dal club spagnolo, visto l’ingaggio pesante del gallese. Vedremo nelle prossime settimane, si si concretizzerà questo ritorno in Italia di Pjanic, e chi tra le due storiche rivali d’Italia la spunterà.