Calciomercato Inter, in attacco solo Dzeko. Missione Kessie: pronto lo scambio col Milan

0
edin dzeko fonte wikimedia commons
edin dzeko fonte wikimedia commons

La rivoluzione in casa Inter partirà dalla linea mediana del campo. Le ultime prestazioni hanno evidenziato pesanti lacune nell’organico agli ordini di Conte e la richiesta dell’allenatore salentino non si è certo fatta attendere in seno al board manageriale nerazzurro. Non si parla ancora di emergenza ma è chiaro che in mezzo al campo qualcosa non vada come dovrebbe andare. Mancano equilibrio e muscoli, due requisiti fondamentali per le scelte tattiche tanto dispendiose del mister.

L’aiuto potrebbe arrivare da più vicino di quanto  si possa immaginare. Il nome che circola con insistenza in queste ultime ore è quello di Franck Kessie, mediano del Milan e pupillo di Conte. A dire la verità i contatti con i cugini sarebbero cominciati già durante l’inverno ma in quel caso i rossoneri rifiutarono nettamente lo scambio con Roberto Gagliardini. In estate l’Inter tornerà all’attacco, questa volta presentando una nuova offerta di scambio che preveda il passaggio al Diavolo dell’uruguayano Vecino.

L’Inter, non è un mistero, sta cercando il colpo anche in attacco con cui cercare di sopperire alla prossima partenza di Lautaro Martinez e al mancato riscatto di Alexis Sanchez. La rosa dei nomi si stringe ogni giorno di più attorno a figure che hanno, in maniera più o meno forte, incrociato i nerazzurri in passato e che potrebbero rappresentare il futuro della squadra di Conte.

Il primo nome è quello di Olivier Giroud. Atteso in città già dall’estate scorsa, l’idea del transalpino ha però avuto una violenta battuta d’arresto nelle ultime ore. Il secondo nome è quello dell’ex bianconero Mario Mandzukic. Pupillo di Conte e Marotta negli anni di Torino, il croato ha appena rescisso il contratto che lo legava all’Al-Duhain ed è pronto a rituffarsi in una nuova esperienza in Italia.

Eppure l’età dei giocatori e la lontananza dal campo per Giroud e da un campionato più impegnativo per Mandzukic potrebbe influire negativamente in un loro prossimo impiego in A. Soprattutto all’interno di un team che fa del ritmo e dell’impegno il suo mantra. Due ottimi giocatori, sia chiaro, ma con evidenti limiti per il coach Conte. Rimane in piedi la pista che porta al romanista Dzeko. L’offerta da quasi 15 milioni di euro per la Roma è pronta a partire.