Calciomercato Inter, sorpasso alla Lazio per Kumbulla: Conte avrà il suo centrale

0
Castrovilli
Beppe Marotta e Antonio Conte, a.d e allenatore dell'Inter. Fonte Youtube

Marash Kumbulla ritorna prepotentemente nei pensieri della dirigenza nerazzurra dopo un raffreddamento dovuto all’azione mediata da Tare sul connazionale. La Lazio aveva provato a inserirsi a gamba tesa sulla trattativa che avrebbe portato il veronese ad Appiano già nei primi giorni di agosto. Sembrava tutto fatto poi l’improvvisa retromarcia che ha deluso giocatore e Chievo che ora discutono esclusivamente con i nerazzurri.

Lotito ha mollato la presa e organizzerà la solita sessione di mercato in autogestione. Chi non ha mollato è però l’Inter che  è rimasta sulle tracce del ventenne albanese ma nato a Peschiera sul Garda. Il giocatore piace fortemente a Conte gli riconosce ottime doti tattiche e atletiche. Il reparto difensivo dell’Inter in caso di fumata bianca si regalerebbe un giovane di grandi prospettive e con margini di miglioramento ancora inesplorati.

Sicuramente l’addio quasi ovvio di Godin (passato al Cagliari proprio in queste ore) e quello quasi certo di Ranocchia, ha ravvivato i sentimenti verso il talentino del Chievo per il quale la dirigenza scaligera chiede non meno di 25 milioni. Marotta fiuta l’affare e spera di intavolare una trattativa che porterà subito in nerazzurro il centrale corrispondendo ai veneti una parte di quella somma corroborata da una contropartita tecnica. Una manovra già vista ed apprezzata dalle parti di Viale della Liberazione.

La sensazione è che, una volta eliminata la concorrenza della Lazio, agli scaligeri non resterà altro che accettare la proposta dell’Inter. Il contratto del giocatore scade a giugno 2022 e nessuno del suo entourage freme per rinnovare un accordo che potrebbe essere molto più remunerativo altrove.

La trattativa con  Kumbulla di fatto apre ad una possibile cessione anche del, finora intoccabile, totem difensivo Milan Skriniar. In futuro potremo quindi assistere ad una linea difensiva a tre giocatori con Bastoni e Kumbulla (un classe ’99 e un 2000) affiancati al veterano De Vrij. Una scelta rischiosa ma anche molto stimolante. Non si può certo dire che Conte non sia una persona che non ami stupire.