Calciomercato Juvetus, si accelere per Matuidi ma il problema è l’ingaggio

0
Matuidi fonte foto: Di Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=22825663

Si infiamma anche il mercato in entrata della Juventus. I bianconeri, che devono resistere anche alle lusinghe del Chelsea per Alex Sandro, vogliono acquistare dal PSG il centrocampista francese Matuidi, vicecampione d’Europa con i transalpini.

L’operazione, però, nonostante in molti la diamo per fatta, non è affatto conclusa: sia per quanto riguarda l’offerta al club della capitatale francese sia per quanto riguarda il calciatore. Il PSG, infatti, chiede una cifra pari a 22 milioni, ed è disposto a scendere al massimo a 20, mentre Marotta ha offerto 15 milioni. Per quanto riguarda il calciatore, invece, la questione ingaggio è abbastanza tosta: Matuidi guadagna 9 milioni all’anno e il tetto salariale dei bianconeri impone uno stipendio annuo al massimo di 7,5 milioni. Una cifra, però, disponibile soltanto per top player e per calciatori imprescindibili quali Higuain e Dybala. Matuidi, con tutto il rispetto, non sarebbe una pedina insostituibile e dargli un ingaggio così alto vuol dire rompere gli equilibri dello spogliatoio.

Con ciò, non si vuole certamente sminuire le qualità del giocatore di origini angolane, autore di stagioni da vero protagonista prima con il Saint-Étienne e, poi, appunto, con il PSG. Ma, in quel ruolo, la Juventus ha già Marchisio, Pjanic e Khedira. Quindi, dovrà lottare duramente per un posto da titolare. L’unica sua specificità, rispetto ai tre, è che è un mancino naturale. In ogni caso, però, a breve dovrebbe essere un confronto tra Allegri e Marotta per capire al meglio le strategie e se davvero investire massicciamente per Matuidi oppure re-investire quei soldi in altri reparti, scegliendo giocatori più funzionali. L’ultima parola spetta ad Allegri, vero regista del calciomercato bianconero, come hanno dimostrato le cessioni di Leonardo Bonucci e Daniel Alves.