Calciomercato: Ultimi giorni frenetici per i biancocelesti, per risolvere i casi spinosi legati a Keità e De Vrij

0
Keita
Keita, fonte screen youtube

Sono gli ultimi giorni di mercato, le squadre stanno lavorando parallelamente al campo per completare gli utlimi acquisti.
Un caso che ha tenuto banco per tutta la sessione estiva del mercato è quello legato a Keità.

Keità e la possibilità di trasferirsi all’Inter

Ormai il rapporto con il suo attuale club, la Lazio,si è del tutto deteriorato.
Il giocatore è sempre stato fermo su un’unica posizione: vuole andare alla Juventus.
Sia lui sia il suo procuratore hanno fatto di tutto per forzare Lotito a cedere ed accettare l’offerta della Juventus.
Ma si sà fa fare qualcosa controvoglia a Lotito è pressocchè impossibile.
La conseguenza è stata una lotta interna tra il giocatore e la società.
Keità ha deciso di non presentarsi più a formello, sede degli allenamenti della società laziale, presentando vari certificati medici.
Sembra strano ma è di moda tra i calciatori, l’utilizzo dei certificati medici causa stress da mercato, per non presentarsi agli allenamenti.

A pochi giorni dal gong finale ecco un colpo a sorpresa: l’Inter di Spalletti ha bussato alla porta di Lotito.
Dopo aver cercato invano di prendere Schick, la trattativa è fallita a causa dei  forti limiti imposti dal far play finanziario, ecco rispuntare Keità.

I rapporti tra il ds Sabatini e l’attuale procuratore di Keità sono ottimi e quindi non ci dovrebbero essere preclusioni nei confronti dell’Inter.
Si vocifera che l’ingaggio proposto al laziale sia intorno ai 3.5 milioni più bonus, una cifra largamente superiore all’ingaggio percepito e a quello proposto per il rinnovo.

Ma al buon esito della trattativa ci sono degli ostacoli da superare.
Il primo è il far play finanziario che non permetterebbe al club di pagare i 30 milioni richiesti da Lotito.
L’Inter non può sborsarli subito, ma si potrebbe studiare una formula per posticipare il pagamento.
Il secondo ostacolo è Lotito, che nonostante il contratto in scadenza,preferirebbe perderlo a 0 piuttosto che accettare cifre al ribasso.

La situazione è ingarbugliata e controproducente per entrambe le parti, Keità rischierebbe di non giocare per un anno e Lotito perderebbe un bel capitale.

Per questo l’Inter potrebbe rappresentare l’ancora di salvezza per entrambe le parti.

L’Inter sta studiando la giusta soluzione, magari inserendo una contropartita da offrire ai biancocelesti.
I nomi proposti ,e che Inzaghi accetterebbe di corsa, sono quelli di Eder e Jovetic.

Stefan De Vrij e il possibile rinnovo

Altro caso spinoso è legato al difensore biancoceleste.
Rispetto al suo compagno di squadra però De Vrij nutre un debito di riconoscenza nei confronti della società.
Ricordiamo che l’anno scorso il difensore rimase fermo ai box per molti mesi, ma la società ha sempre creduto in lui.
Per questo il calciatore ha dato mandato ai propri agenti di negoziare il rinnovo una volta terminata la sessione di calciomercato.
Se non sarà arrivata nessuna offerta importante, allora il calciatore rinnoverà con l’inserimento di una clausa rescissoria.
Il nodo principale riguarda la cifra della clausola, Lotito la vorrebbe attorno ai 30 milioni, l’entourage intorno ai 20.
Sicuramente una soluzione a metà strada la si troverà ed il difensore firmerà il rinnovo.