Calciomercato, l’intervista di Haaland: “Un pensiero verso la Serie A l’avrei fatto”

“Tanti rumors e offerte sopra ai 100 milioni? Io penso solo a giocare con impegno"

0
Haaland, fonte Flickr
Haaland, fonte Flickr

Erling Braut Haaland, centravanti del Borussia Dortmund, è attualmente uno dei professionisti più ricercati di mezza Europa in vista della prossima sessione di calciomercato prevista per gennaio.

Da molti è stato definito come il nuovo Golden Boy del calcio mondiale. Il talentuoso ventenne si è di recente raccontato durante un’intervista per Tuttosport, dove ha fatto intendere di essere non poco interessato ad eventuali futuri approdi in Serie A.

“Golden Boy? – ha esordito – Sapevo di essere in lista, ma no ci ho pensato troppo perché cerco di concentrarmi sul campo. Quando però si avvicinava la data, un pensiero ovviamente lo avevo fatto”.

Ansu Fati e Alphonso Davies? Sono forti, amazing players, e io sono contento di essere in questo gruppo di giovani talenti. Questo trofeo lo dedico alla mia famiglia in primis, al mio agente Mino Raiola, ai miei compagni e al club. Infine ai miei amici, quelli più cari, che conosco sin dall’infanzia”.

“Tanti rumors e offerte sopra ai 100 milioni? Io penso solo a giocare con impegno, ad allenarei e a migliorare ogni giorno di più. Ibra e Ronaldo i miei idoli? Due campionissimi, due fenomeni. Ero stregato vedendoli in tv. Sono gli idoli di tanti calciatori tra cui ci sono anche io, sono esempi da imitare per la continuità che permettere loro di rimanere ad altissimi livelli per così tanti anni”, ha concluso.

Tra le varie ipotesi, secondo quanto appreso da fonti vicine ai club, c’è quella di un suo possibile approdo in particolare presso le corti di Milan e Inter, che in vista del comune obiettivo dello scudetto sarebbero disposte al tutto per tutto.