Calciomercato Milan: Nolito e Vilhena nomi nuovi per i rossoneri

0

Tra le questioni di campo, con l’ennesima figuraccia stagionale rimediata a San Siro contro il Frosinone, e quelle societarie, con le numerose indiscrezioni rilanciate ogni giorno da tutti i giornali nazionali e non solo, a tener banco in casa Milan sono altresì le voci di calciomercato, tra l’altro argomento strettamente connesso con quello societario.

Ecco allora che dalla Spagna rilanciano con forza: Nolito l’anno prossimo vestirà la casacca rossonera. Ma chi è Nolito? E’ un’ala sinistra, attualmente in forza al Celta Vigo, che vede nella stagione attuale uno dei suoi anni migliori, non solo in termini realizzativi (per lui 11 gol finora), ma di prestazioni in generale, che lo hanno consacrato come leader assoluto della sua squadra attuale. Prestazioni che lo hanno portato ad essere accostato a squadre come Barcellona e Real Madrid nella scorsa sessione invernale di calciomercato.

Il problema per lo spagnolo è rappresentato dall’età, dato che il prossimo 15 ottobre taglierà il traguardo dei 30 anni, il che significa ancora 3-4 anni a massimi livelli, ma, soprattutto, dal costo, in quanto per avere il giocatore, sotto contratto fino al 30 giugno 2019, bisogna sborsare 18 milioni come da clausola rescissoria.

Nelle ultimissime ore, inoltre, si è tornati ad accostare alla squadra rossonera il nome di Tonny Vilhena, centrocampista classe ’95 da tempo seguito dal Milan. Questa volta, però, la trattativa potrebbe essere portata a termine, in quanto il giocatore si è confermato ad alti livelli, diventando un punto fermo per il Feyenoord. Vilhena, che può ricoprire un po’ tutti i ruoli in mezzo al campo, è in scadenza di contratto a giugno 2016, quindi potrebbe essere prelevato a parametro zero, fattore notoriamente molto caro a Galliani.

L’unico ostacolo, in questo caso, è rappresentato dalla concorrenza del Siviglia, che si libererà di Banega; la squadra andalusa si sta quindi guardando intorno alla ricerca dei possibili sostituti, e il giovane olandese è tra questi.

Non bisogna dimenticare, però, che prioritaria rispetto al mercato rimane la questione societaria: infatti le operazioni sul mercato potrebbero essere differenti a seconda dell’assetto societario. Il timore, in questi casi, è che lo stallo societario e l’incertezza generata da questa situazione rendano meno appetibile la destinazione rossonera.