Calciomercato Milan, Tomiyasu è il colpo di fine mercato. Bigon:” Non vorremmo cederlo, però…”

0
Tomiyasu
Takehiro Tomiyasu, difensore laterale del Bologna. Fonte Wikimedia Commons

Il Milan cerca di mettere la classica ciliegina sulla torta assemblata con perizia da Maldini e Massara e che finora vede i loro sforzi premiati dal primo posto in classifica. L’undici di Pioli ha dimostrato di essere un cliente difficile con cui avere a che fare. La speranza è quella di continuare a stupire fino alla fine della stagione, magari potendo contare anche su ulteriori innesti per completare la rosa.

L’attenzione di Pioli e dei dirigenti, dopo essere stata rapita dal fantasista Hauge per cui è arrivata immediato l’ingaggio, è stata colpita dal giapponese del Bologna, Takehiro Tomiyasu. Il laterale destro, dopo una stagione da apprendista in Serie A, è pronto al definitivo salto di qualità in una big del nostro campionato. In questa ottica, l’interesse del Milan potrebbe rappresentare il trampolino di lancio definitivo per il calciatore del Sol levante.

Il suo tecnico, Sinisa Mihajlovic, è riuscito a infondergli la fiducia necessaria per trasformarlo in un terzino affidabile e attento. Un lavoro certosino che ha iniziato a dare i suoi frutti già negli ultimi scampoli della scorsa stagione e che oggi ha regalato ai felsinei immense soddisfazioni. Non ultime quelle appena festeggiate contro il Parma con un rotondo 4-1.

Proprio al termine del derby emiliano il dirigente del Bologna, Riccardo Bigon si è fermato a parlare del momento dei suoi dichiarando: “Lavoriamo e cerchiamo di fare le cose con la massima attenzione e serenità, mercati ne abbiamo fatti tanti.  Avere un mix tra giovani e meno giovani è il nostro obiettivo per dare alla squadra le potenzialità di creare il modo di crescere in casa”.

E sul caso Tomiyasu, il direttore sportivo ha così commentato le voci di mercato che vorrebbero il giocatore ad un passo dal Milan: “Tomiyasu che piace al Milan? Non vorremmo cederlo, è chiaro che se arrivassero offerte clamorose le terremo in considerazione ed eventualmente trovare i sostituti. Non è facile”.