Calciomercato Napoli, per la fascia è duello Emerson Palmieri-Junior Firpo

0
Emerson Palmieri, fonte Di @cfcunofficial (Chelsea Debs) London from London, UK - Chelsea 4 Hull 0, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=66555883
Emerson Palmieri, fonte Di @cfcunofficial (Chelsea Debs) London from London, UK - Chelsea 4 Hull 0, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=66555883

L’obiettivo del Napoli per la sessione di calciomercato invernale è quello di individuare il terzino sul quale puntare per le prossime stagioni. Quelli attualmente in rosa, chi per un motivo, chi per l’altro hanno quasi tutti deluso Gattuso che vorrebbe aggiungere al gruppo un giocatore relativamente giovane ma che abbia già accumulato una discreta esperienza europea. L’identikit perfetto che porta all’ex Roma, Emerson Palmieri e al blaugrana Junior Firpo.

Emerson Palmieri è un vecchio pallino di Giuntoli fin dalla scorsa stagione. Il laterale del Chelsea è stato più volte vicino ad un ritorno in Serie A con la Juventus prima e l’Inter poi. Tutte trattative saltate poiché basavano l’affare su un prestito con diritto di riscatto. Lì dove bianconeri e nerazzurri hanno fallito potrebbe invece trionfare il Napoli che verrebbe incontro alle richieste degli inglesi di quasi 15 milioni per una cessione definitiva.

Junior Firpo è invece un’idea più recente e tutta da scoprire. Il laterale mancino caraibico del Barcellona a ventiquattro anni è uno dei profili più interessanti della next generation anche se per ora in Catalogna gli spazi per lui sono chiusi da Jordi Alba. In questo caso una cessione in prestito al Napoli consentirebbe al giocatore di giocare titolare e ai blaugrana di non perdere il controllo del suo cartellino.

Napoli, Hysaj e Ghoulam ai saluti

Prima di procedere con i movimenti in entrata, però, bisognerà fare un po’ di chiarezza sui membri della rosa in quella parte di campo. Hysaj a fine stagione saluterà senza troppe remore. Ghoulam sarà invece sacrificato per racimolare almeno 7-8 milioni nella sessione estiva.

Tutta da capire la situazione inerente a Mario Rui. Il giocatore continua ad alternare buone prestazioni ad altrettanti tremendi tonfi. Il contratto appena rinnovato fino al 2025, in questo caso, potrebbe dimostrarsi un boomerang per la società che comunque proporrà al portoghese di rimanere soltanto se accetterà di fare da secondo al nuovo titolare di fascia.