Calciomercato Napoli, Spalletti non è soddisfatto delle giovanili. Scotto: “Non sono pronti al salto di categoria”

Spalletti è stato chiarissimo e ai suoi dirigenti ha chiesto nuovi sforzi per colmare il gap con le altre strutture giovanili di A. Nessun azzurrino è pronto al salto in prima squadra e nel futuro non si vedono fenomeni venir su dalla primavera.

0

Tempi difficili per il mister del Napoli, Luciano Spalletti. Il toscano, chiamato dalla dirigenza per dare nuovo slancio al club dopo la gestione altalenante di Gattuso continua a trovare giorno dopo giorno nuove difficoltà che non lo lascerebbero dormire sonni sereni. L’ultimo della serie sarebbe legato alla gestione delle giovanili, incapaci secondo lui di garantire alla prima squadra prospetti di livello su cui poter contare.

E’ indubbio che un buon club prima di poter avere la forza di fare grandi investimenti sul mercato debba necessariamente essere in grado di inculcare la propria filosofia di gioco e quindi utilizzare i ragazzi delle proprie squadre giovanili. Per informazioni chiedere all’Atalanta che nell’ultimo quinquennio è riuscita a garantirsi posizioni in classifica eccezionali grazie al lavoro dei propri settori giovanili. Lo stesso non si può dire del Napoli, il cui ultimo inserimento in prima squadra di piccoli talenti locali è Sebastiano Luperto.

Luciano Spalletti dal pre-ritiro è deluso dalla qualità degli azzurrini e pare avrebbe già fatto i nomi di giovani e meno giovani da tagliare prima della fine del calciomercato. Il primo nome a non convincere l’ex Roma e Inter è quello di Amato Ciciretti. Il ventisettenne romano, tra l’altro in scadenza di contratto verrà lasciato libero anche a fronte di un’offerta minima. I tempi delle magie col Benevento sono lontanissimi. Per lui è tempo di trovare nuovi lidi, magari anche lontani dalla Serie A.

Gli altri nomi ad avere il proprio futuro lontano da Napoli sarebbero: Alessandro Zanoli, Zedadka, Machak e Palmiero. Tutto invece ancora da decidere per quanto riguarda Gaetano e Costa anche se il prestito rimane la soluzione più probabile sia per il trequartista che per il terzino sinistro.

A parlare della situazioneal Napoli è Giovanni Scotto che ai microfoni di Radio Marte dichiara: “Luciano Spalletti può puntare su qualche giovane per il futuro? No. Non ho sentito grande trasporto verso nessuno, nemmeno per Alessandro Zanoli: li ha bocciati, per il mister sono pronti al salto di categoria, il che vuol dire che possono giocare in Serie B e non più in Serie C. Vale anche per Karim Zedadka e Zinedine Machach. Il Napoli ha tanti ex giovani ormai inutili, penso ad esempio a Luca Palmiero ed Amato Ciciretti. Il Napoli paga il fatto d’aver accumulato una serie di calciatori sui quali l’allenatore non vuole puntare e che non sarebbero utili alla causa azzurra”.