Calciomercato, Simone Zaza dal prossimo 1 luglio “diventa” tutto del Valencia

0

Il Valencia ha deciso di riscattare l’attaccante bianconero Simone Zaza. Ad annunciarlo è la stessa società spagnola attraverso il proprio sito ufficiale: “Il giocatore Simone Zaza diventerà completamente di proprietà del Valencia a partire dal 1° luglio, con contratto fino al 2021, secondo i termini dell’accordo sottoscritto con la Juventus”. Quindi la società Bianconera dal prossimo luglio incasserà circa 16 milioni (eventuali altri 2 milioni al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale). Quindi Zaza presto dirà addio definitivamente all’Italia dopo più di un anno trascorso all’estero. L’ormai ex Juventino arrivò alla Juventus nella sessione estiva di calciomercato dal Sassuolo. In Bianconero ha totalizzato 69 presenze e realizzato 21 reti, uno di questi molto “importante” durante la sfida scudetto tra Juventus-Napoli che di fatto regalò il tricolore ai Bianconeri. Dopo un primo anno non molto esaltante in Inghilterra al West Ham, il giocatore classe ’91 si trasferì in spagna perché voluto con insistenza dall’ex ct della Nazionale italiana Cesare Prandelli. Dopo un inizio anche qui con alti e bassi, finalmente Zaza nelle ultime settimane è riuscito a dimostrare il suo valore e molto probabilmente per questo motivo i “Taronges” hanno deciso di puntare su di lui anche l’anno prossimo e per i seguenti 4 anni come si evince dal contratto che dovrebbe firmare tra circa tre mesi.

L’ex Sassuolo e Juventus si dice contento, come afferma durante un’intervista rilasciata al “corriere dello sport”, che il club spagnolo abbia deciso di puntare su di lui: “Sono molto contento del riscatto, Il mio desiderio è restare qui, sono grato al Valencia che mi ha voluto in un periodo in cui non mi esprimevo al meglio. In Spagna mi sento a casa”. Dopo la conquista di una posizione ancora per diversi anni nel Valencia, ora Zaza dovrà fare in modo di riconquistare di nuovo una maglia azzurra, ma al momento però sembra impossibile per lui riuscire a colpire Ventura e scavalcare i “colleghi” Belotti, Insigne, Immobile e Gabbiadini con il loro “stato” attuale di forma. Ma se lo stesso giocatore continuerà con costanza come fatto fino ad ora sicuramente neanche il commissario tecnico degli azzurri non potrà impedirgli un ritorno in Nazionale.