Campania, De Luca annuncia l’ordinanza n. 3: riguarderà la scuola

0
Fonte: Wikipedia Commons

Nella giornata di ieri il TAR ha bocciato l’ultima ordinanza di Vincenzo De Luca prevedendo il rientro in classe dell’intera scuola elementare. Una decisione che, da un giorno all’altro, ha sorpreso i genitori di migliaia di ragazzi. Questo il contenuto riassunto dagli organi ufficiali campani:

Il Tar della Campania si è pronunciato sull’ordinanza relativa all’attività scolastica nella nostra regione, stabilendo l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola Primaria. Si ricorda che la Regione aveva già consentito l’attività didattica in presenza fino alla terza classe elementare, cui si aggiungono ora anche la quarta e la quinta, a partire da domani, 21 gennaio 2021″.

Rimangono in vigore le disposizioni regionali relative alla scuola secondaria di primo grado, le cui attività in presenza restano pertanto sospese fino al 23 gennaio. Per la Secondaria di II grado si deciderà, come previsto nell’ordinanza regionale, dopo il 23 gennaio alla luce delle verifiche dell’Unità di Crisi”

A breve sarà emanata un’ordinanza che riassumerà l’insieme delle decisioni relative all’attività scolastica, coerenti con quanto stabilito. Sarà consentito ai sindaci e alle autorità sanitarie locali di assumere decisioni connesse ai contesti locali”.

Nelle prossime ore è quindi prevista una nuova ordinanza da parte del presidente campano Vincenzo De Luca. L’ordinanza numero 3, come indicato nel messaggio della Regione, dovrebbe fare un riassunto generale delle decisioni relative all’attività scolastica. Bisogna però sottolineare che sindaci e autorità locali potranno optare per la chiusura se le condizioni non fossero idonee allo svolgimento in presenza.