Campania, prorogate le ordinanze regionali fino al 31 luglio

Il Governatore Vincenzo De Luca ha firmato ieri l'ordinanza n.62

0
Fonte: Ansa

Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante la giornata di ieri ha firmato una nuova ordinanza, precisamente la n.62, con la quale, tenendo conto dell’attuale situazione epidemiologica, si prolungheranno tutte le misure previste dalle ordinanze regionali precedenti.

La proroga delle suddette misure è avvenuta in virtù del fatto che, esclusi alcuni casi concentrati come quello attuale del campo rom di Secondigliano, la situazione in Campania si definisce sotto controllo proprio come un paio di settimane fa. Nell’ordinanza n.62 firmata durante la giornata di ieri si passa in rassegna in linea generale il contenuto delle precedenti disposizioni.

In particolare, si conferma il divieto della vendita d’asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione a partire dalle ore 22 da parte di qualsiasi esercizio commerciale. Restano consentite attività di cinema, teatro, sale da gioco, spettacoli dal vivo e congressi, purché si rispettino le norme igieniche vigenti durante il loro svolgimento.

Proprio in merito alla situazione del campo rom, che attualmente è una delle poche che impensierisce il Governatore, lo stesso ha dichiarato: “La situazione nel campo rom di Scampia è perfettamente controllata. Abbiamo informato il ministero della salute e quello dell’interno della situazione, perché se avessimo trovato molti più contagi avrei deciso la messa in quarantena di tutto il campo rom per 15 giorni”.

“Grazie a Dio – ha poi aggiunto De Luca – abbiamo a oggi solo i due tamponi positivi del padre e dello zio che convivevano con la signora. Dunque senza nessuna drammatizzazione. Come capita per tutti i positivi, si fanno i tamponi ai contatti più stretti e si mette la situazione sotto controllo. Ovviamente padre e zio sono in isolamento e devono aspettare i 15 giorni”.