sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronacaCronaca esteraCaos in Venezuela. Maduro: “Golpe sconfitto”. Guaidò: “Andiamo avanti con più forza...

Caos in Venezuela. Maduro: “Golpe sconfitto”. Guaidò: “Andiamo avanti con più forza che mai”

Almeno un morto e circa 60 feriti: questo il bilancio provvisorio degli scontri avvenuti dei giorni scorsi in Venezuela, stando a quanto riportato dai media locali citando dati del Foro Penal. La vittima è un ragazzo di 24 anni che aveva riportato gravi ferite in seguito agli scontri nella città di La Victoria; è stato trasportato in ospedale, ma all’arrivo era già deceduto.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro considera già soppresso il tentativo di rivolta e ha dichiarato: “Voglio congratularmi con voi Forze armate per l’atteggiamento fermo, leale, valoroso e di enorme saggezza con cui avete condotto alla soluzione e alla sconfitta del piccolo gruppo che pretendeva di riempire il Paese di violenza con una scaramuccia golpista“. Maduro, riferendosi ai giorni scorsi, li ha definiti “intensi di eventi, emozioni, riflessioni e di sguardi sul futuro del Venezuela”, per poi aggiungere: “Ringrazio tutto il popolo venezuelano per il suo valore, coraggio e coscienza di fronte a questo tentativo di colpo di Stato frustrato. Avete dimostrato che un popolo mobilitato è garanzia di tranquillità per la Patria“.

Juan Guaidò, autoproclamato presidente ad interim del Venezuela, incoraggia intanto a manifestare ancora in tutto il Paese contro il governo del presidente Nicolas Maduro. “Andiamo avanti con più forza che mai, Venezuela“, ha dichiarato tramite i propri canali social. “Abbiamo parlato con i nostri alleati nella comunità internazionale”, prosegue Guaidò, dopo aver chiamato i militari a unirsi alla rivolta contro il presidente Maduro “e abbiamo il loro forte sostegno per questo irreversibile processo di cambiamento nel nostro Paese. L’Operazione Libertà è iniziata e resisteremo fino a raggiungere un Venezuela libero“.

Il Segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha dichiarato in un’intervista televisiva che un’azione militare degli Usa in Venezuela sarebbe possibile. “Se necessario, è quello che faranno gli Stati Uniti per restaurare la democrazia, anche se preferirebbero una transizione pacifica del potere”. Anche il presidente Trump si è espresso dichiarando online:”se le truppe e le milizie cubane non cesseranno immediatamente le operazioni militari e di altro genere allo scopo di causare la morte e la distruzione della Costituzione venezuelana, imporremo un embargo totale sull’isola di Cuba, insieme a più sanzioni“.

L’ingerenza Usa negli affari interni del Venezuela è una violazione del diritto internazionale”, fa sapere intanto la Russia. Il ministro degli Esteri, Sergei Lavrov, ha dichiarato infatti che ulteriori mosse “aggressive” da parte degli Usa comporterebbero “conseguenze gravi“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME