Caos spogliatoi, nessuno si assume le responsabilità. SSC Napoli: “Smentiamo che De Laurentiis…”

0
Carlo Ancelotti| Fonte Google immagini: contrassegnate per essere riutilizzate

La partita tra Napoli e  Sampdoria avrà luogo sabato allo stadio San Paolo. Riguardo quest’ultimo, dopo i lavori di ristrutturazione esterni, ora il cantiere è all’interno degli spogliatoi. Carlo Ancelotti, dopo aver visto l’attuale situazione, ha deciso di sfogarsi con un duro comunicato pubblicato sul sito ufficiale della SSC Napoli.

Ho visto le condizioni degli spogliatoi del San Paolo. Non ci sono parole. Ho accettato la richiesta della società di giocare fuori casa le prime due partite per consentire che i lavori si ultimassero, come era stato promesso. In due mesi si può costruire una casa, non sono stati in grado di rifare gli spogliatoi! Dove dovremmo cambiarci per giocare contro Sampdoria e Liverpool? Sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori. Come hanno potuto Regione, Comune e Commissari disattendere gli impegni presi ? Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato


Dopo tale comunicato sono iniziate le polemiche con un continuo tira e molla tra Comune, SSC Napoli e ditta dei lavori. In particolare, la direttrice dei lavori, Filomena Smiraglia, ha ribattuto: “Sono sconcertata e stranita dalla dichiarazione a gamba tesa di Ancelotti anche perché oggi abbiamo avuto la visita negli spogliatoi del vicepresidente del Napoli Edoardo De Laurentiis che ci ha fatto i complimenti davanti alle maestranze per i lavori”.

Da poco è arrivato l’ennesimo comunicato ufficiale del Napoli per smentire le dichiarazioni precedenti:Il Napoli smentisce che il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis abbia fatto i complimenti alla dottoressa Filomena Smiraglia per i lavori di ristrutturazione degli spogliatoi allo Stadio San Paolo”.

Quindi, si tratta di un continuo tira e molla con nessuno che si è assunto le responsabilità. Vedendo l’attuale situazione, Carlo Ancelotti è rimasto stupito considerando che tra meno di 48 ore il Napoli dovrà scendere in campo contro la Sampdoria. Le prime due gare di Serie A sono state giocate in trasferta proprio per permettere la conclusione degli spogliatoi.