Captain Marvel: Il nuovo film del Marvel Cinematic Universe che vede protagonista un supereroe tutto al femminile

0
Captain Marvel, fonte screenshot youtube
Captain Marvel, fonte screenshot youtube

Captain Marvel è un film del 2019 co-scritto e diretto da Anna Boden e Ryan Fleck.

La pellicola è basata sul personaggio del fumetto creato da Stan Lee, ed è il ventunesimo film del Marvel Cinematic Universe.

La protagonista assoluta del film è Carol Danvers, interpretata da Brie Larson, il cast include una rosa di grandi attori come Samuel L. Jackson, Ben Mendelsohn, Djimon Hounsou, Lee Pace, Lashana Lynch, Gemma Chan, Annette Bening, Clark Gregg e Jude Law.

La storia è ambientata negli anni 1995 e segue il percorso di Carol Danvers nel diventare poi Captain Marvel.

Trama

“Dopo aver abbandonato la propria vita sulla Terra, Carol si unisce alla Starforce, il reparto d’elite intergalattico della civiltà aliena dei Kree, guidato dall’enigmatico comandante Yon-Rogg (Jude Law), guerriero molto stimato e leader capace di incutere timore, un vero e proprio eroe tra i Kree che diventerà il mentore di Carol.

Ma una volta terminato l’addestramento ed essere divenuta un importante membro della Starforce, si ritrova nuovamente sulla Terra – coinvolta nella guerra tra le due razze aliene dei Kree e degli Skrull – con nuove domande sul proprio passato.

La supereroina attira presto l’attenzione di Nick Fury (Samuel L. Jackson), agente dello dello S.H.I.E.L.D, che si trova in quegli anni post Guerra Fredda in lotta per trovare uno scopo all’interno dell’organizzazione spionistica e antiterroristica.

I due dovranno lavorare insieme per sconfiggere un comune nemico formidabile, i famigerati Skrull, resi ancora più pericolosi dalle loro abilità di mutaforma, e il loro leader Talos (Ben Mendelsohn), che sta guidando l’invasione della Terra, pronto a tutto pur di vincere. “

Captain Marvel è il primo film del Marvel Cinematic Universe che vede protagonista un supereroe donna, considerando anche il successo che ha avuto Wonder Woman, supereroina dei fumetti DC comics, non è estraneo, soprattutto nell’universo dei supereroi, vedere una donna forte e con carattere battersi, in questo caso, per la salvezza del mondo.

Carol Danvers, prima di diventare Captain Marvel, è un essere umano e, come tutti gli esseri umani, porta con sé il bagaglio delle emozioni che la identificano come tale. Contrariamente al personaggio di Wonder Woman, Captain Marvel non nasce con i superpoteri, ma li acquisisce e ciò che guida e rafforza tutta la sua potenza sono proprio le emozioni, amplificate dal suo essere donna, emotiva, rabbiosa, compassionevole e soprattutto umana.

Il film ha un’eccezionale scenografia e compete molto bene con tutti gli altri per gli effetti speciali, durante alcune scene difatti mi sono chiesta se si trattasse di un film della saga di Star Wars.

Un altro punto chiave che mi è piaciuto molto, è stato scoprire il passato di Nick Fury. Il personaggio di Fury, è un personaggio carismatico, ironico e con senso dell’umorismo, ed in questo film viene mostrato molto bene, differentemente dalle sue apparizioni negli altri prodotti del Marvel Cinematic Universe.

Il rapporto che si vede tra Nick Fury e Carol Danvers è pieno di complicità ed anche se entrambi si conoscono da molto poco, sembra in realtà che abbiano passato una vita insieme.

Questo “prequel” introduce tutto ciò che abbiamo visto poi nei venti film precedenti, e non solo, anticipa anche quello che succederà in “Avengers: Endgame”.

Se vale la pena andare a vederlo? Assolutamente si.  Non solo per la questione del “c’è una donna supereroe come protagonista “, ma anche per il senso che lascia, Captain Marvel riesce ad abbracciare e a controllare i suoi poteri solo e grazie alle emozioni, che sono il cardine delle forza. Senza dimenticare, la gatta Goose, che lascerà un bel ricordino al nostro amato Nick Fury.

Captain Marvel la ritroveremo in “Avengers: Endgame”, film che verrà rilasciato il 24 aprile 2019.