Carlo Ancelotti sbotta: “Bisogna cambiare, ci sono decisioni dubbie”

0
Carlo Ancelotti, fonte By Doha Stadium Plus QatarPhotograph: Mohan (www.dohastadiumplusqatar.com) - Flickr: Carlo Ancelotti, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=25537032
Carlo Ancelotti, fonte By Doha Stadium Plus QatarPhotograph: Mohan (www.dohastadiumplusqatar.com) - Flickr: Carlo Ancelotti, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=25537032

Il campionato di Serie A è appena iniziato e le polemiche sono già dietro l’angolo. Il nuovo regolamento in campo, soprattutto per quanto riguarda il fallo di mano in area di rigore, sta suscitando parecchie perplessità, dal momento che non tutti vengono sanzionati nello stesso modo.

A riguardo, Carlo Ancelotti ha deciso di parlare di nuovo di tale situazione. Ecco i principali aspetti evidenziati: “Il nuovo regolamento in campo ha complicato le decisioni prese da parte degli arbitri, soprattutto sul fallo di meno. Ciò che si è cercato di fare è renderlo meno oggettivo, ma ci sono situazioni che devono dipendere dalla discrezionalità dall’arbitro“.

Caso Mertens? Non è rigore, così come ho detto che non era rigore su Zielinski. E’ stato un errore, finisce lì. Mi auguro che si faccia un passo indietro sul regolamento inerente i falli di mano. Il contatto nel calcio è lecito“.

Nella prima gara di campionato già vi sono state decisioni diverse su Zielinski, Samir e Cerri. Tre situazioni punite diversamente. Mi auguro un cambiamento per il regolamento, altrimenti qui la situazione diventa complicata!“.

Per Carlo Ancelotti, quindi, quello che sta succedendo in queste prime giornate di campionato è assurdo. Come dichiarato dal mister, infatti, non si può saltare come un birillo ma è necessario comunque avere le braccia un po’ staccate dal corpo in alcune situazioni. La necessità di effettuare delle modifiche in questa prima parte di campionato risulta necessario al fine di non influire su possibili risultati che a fine stagione saranno fondamentali.