Carne grass fed, cosa devi sapere per acquistarla senza sbagliare

0

La carne grass fed è una carne particolare che si ottiene dall’allevamento di animali nutriti con erba, difatti, grass fed significa proprio questo. Per tutta la durata della loro vita i bovini pascolano liberamente e si nutrono esclusivamente d’erba, nessun mangime a base di cereali, come invece accade negli allevamenti intensivi. Ci sono diversi vantaggi nell’utilizzo di questa carne, qui vediamo i principali, ma anche le caratteristiche e, soprattutto, dove comprare carne grass fed di qualità.

Carne grass fed, cosa accade in Italia

L’allevamento di bovini nutriti con solo pascolo non è certo una novità degli ultimi tempi, in Italia, tuttavia, è ancora un argomento sotto molti aspetti ancora da sviluppare. Infatti, se negli USA già da diverso tempo la carne grass fed è molto conosciuta, da noi solo in pochi conoscono la differenza tra carne ottenuta da un animale che vive al pascolo e una di un allevamento intensivo.

Vediamo di fare chiarezza. La differenza sostanziale, quella più lampante, è che l’animale allevato al pascolo ha certamente una vita migliore di quello costretto dentro uno spazio molto ristretto. Il primo, può muoversi, sviluppando quindi anche la muscolatura, e nutrirsi delle erbe di stagione, il secondo viene nutrito con mangimi e cereali, sovente gli vengono somministrati numerosi integratori e farmaci.

Ma se queste sono le evidenze, dietro un allevamento grass fed c’è molto di più. Tutti ormai sappiamo quanto sia importante trovare un equilibrio tra benessere dell’uomo e sviluppo, quindi uno sviluppo sostenibile. Gli allevamenti intensivi, purtroppo, oltre a non garantire una vita di qualità all’animale, hanno anche un fortissimo impatto sull’ambiente.

L’impatto degli allevamenti intensivi e di quelli grass fed sull’ambiente

Vediamo le cose con ordine. Gli allevamenti intensivi incidono negativamente sull’ambiente per diversi motivi, il primo è riferibile alla produzione di alimenti per gli animali. Se ci si pensa un attimo, per ottenere enormi quantità di mangime, occorre seminare vasti terreni e per ottenere vasti terreni bisogna “fare spazio”. Come? Nel modo peggiore possibile: abbattendo foreste.

Altro grande problema è il consumo dell’acqua. Per gli allevamenti intensivi ne occorrono di grandi quantità. Ovviamente anche gli animali allevati al pascolo bevono, ma non è l’acqua utilizzata per abbeverare gli animali a incidere sui consumi quanto quella utilizzata per pulire gli escrementi. Negli allevamenti intensivi -puoi immaginare- c’è una grossa produzione di letame, si utilizza l’acqua per pulire e in aggiunta, si deve anche pensare allo smaltimento dei liquami.

La carne grass fed in Italia

Come dicevamo prima, in Italia si stanno muovendo i primi passi, dal 2017 in poi l’argomento è diventato decisamente più centrale, grazie anche alle politiche di sviluppo orientate verso il green. Ovviamente, c’è ancora molto da lavorare per diffondere questo tipo di alimentazione nonché di modo di vita.

Il problema nel nostro paese, ma non solo, è che ancora si pensa più alla quantità che alla qualità. Probabilmente si tratta di un retaggio culturale che ci si porta dietro dalla Grande Guerra, la paura di restare senza scorte, psicosi che negli ultimi tempi abbiamo avuto modo di conoscere da vicino.

Tuttavia, cedere la qualità per la qualità non si rivela una scelta indovinata, in particolare se si tratta del consumo di carne. Ricordiamo sempre che questa scelta incide non solo sul gusto e sulla bontà del nostro piatto ma, come abbiamo visto, incide pesantemente anche sull’ambiente.

Com’è la carne grass fed di qualità

Partiamo dal presupposto che ormai non siamo più abituati a consumare della carne che non sia per lo più acqua. La carne grass fed è più dura di quella prodotta dagli animali allevati in modo intensivo e lo è per un semplice motivo: l’animale libero ha una buona muscolatura. Deve pertanto essere frollata per un tempo giusto per poter esprimere al meglio le sue qualità organolettiche e il suo gusto.

Una volta cotta, infatti, la carne grass fed sprigiona un gusto inconfondibile, ben più intenso di quello della carne che siamo abituati ad acquistare al supermercato. Numerosi cuochi del nostro paese hanno già scelto di utilizzare questa tipologia di carne nei propri ristoranti, pur consapevoli che ha un prezzo lievemente più alto rispetto alla carne normale.

Tuttavia, si tratta di una scelta doverosa, non solo per i motivi che abbiamo elencato prima, ma semplicemente perché la carne grass fed è più sana. Gli animali, durante la loro vita, non assumono la quantità di farmaci che viene somministrata a quelli degli allevamenti intensivi, quindi nella carne non troveremo pesticidi e farmaci che invece si trovano normalmente in quella di allevamento intensivo.

Altra caratteristica importante della carne grass fed è la ricca presenza di omega 3, che sono acidi grassi essenziali per la nostra salute e che, normalmente, sono poco presenti nella nostra alimentazione.

Infine, va detta un’ultima cosa. La carne grass fed in Italia ancora non è molto diffusa, il consiglio è quello di acquistarla online. Grazie alle nuove tipologie di spedizione, oggi, è possibile ricevere la carne in tempi brevissimi e senza che le sue proprietà organolettiche vengano alterate. Puoi così portare in tavola non solo il gusto, ma anche la qualità certificata.