Casco da moto: ti salva ancora la vita

0

L’obbligo dell’utilizzo del casco quando si va in moto, o anche con un semplice motorino, permette ancora oggi di salvare la vita in caso di incidente. Chi non utilizza questo accessorio, da molte persone ritenuto del tutto superfluo, rischia la vita in modo più pesante di chi invece ha l’abitudine di indossarlo ogni volta che sale sulla sua motocicletta. Per fare in modo che l’uso del casco sia meno fastidioso e riesca ad essere un accessorio di moda molte aziende punta su modelli stilosi, prodotti con materiali hi-tech.

La protezione del casco
Purtroppo gli incidenti sulle strade capitano ancora oggi e, in alcuni casi, avere a disposizione tutti i dispositivi di sicurezza fa la differenza tra la vita e la morte. Il casco da moto è proprio uno di questi accessori: con il casco in testa si rischia molto meno. Lo sanno coloro che sono stati coinvolti in incidenti stradali in sella alla motocicletta, e sono rimasti in vita proprio grazie al casco. In molte situazioni i soccorritori trovano la persona vittima di incidente con il casco fortemente danneggiato; ma è proprio questo che deve fare questo accessorio: protegge la testa assorbendo gli urti. In caso di impatto, con il terreno o con una vettura, il materiale di cui è fatto il casco assorbe l’urto, evitando che sia trasmesso alla scatola cranica e, di conseguenza, al cervello. Grazie a questa protezione, tanto semplice quanto ingegnosa, si rischia una leggera commozione cerebrale, invece di fratture o gravi lesioni, che possono purtroppo risultare anche mortali. Quindi, prima di partire, meglio infilare il casco e chiuderlo in modo corretto; sono invece purtroppo ancora molti i guidatori ci ciclomotori e motociclette che portano con sé il casco, ma appoggiato al braccio e non indossato.

Un casco alla moda
Alcune aziende presentano ogni anno caschi da moto sempre più belli, comodi da portare, leggeri e poco ingombranti. Del resto per fare in modo che chiunque lo indossi è importante che il casco abbia tutte queste caratteristiche. Se lo si riuscisse a far diventare un accessorio di moda, sarebbero molti meno i giovani, e i non più giovani, che evitano di indossarlo. Oggi il mercato dei caschi da moto propone modelli per ogni gusto, addirittura è disponibile il casco modulare, che al momento dell’acquisto si può modificare e personalizzare a piacere, in modo da ottenere un modello perfetto per le proprie esigenze, senza per nulla rinunciare alla sicurezza. Ci sono anche modelli leggerissimi, con parti in fibra di carbonio, che rendono ancora più piacevole indossare il casco anche durante i mesi estivi, o nel caso di lunghi viaggi in moto. I vecchi modelli di casco, molto pesanti e poco confortevoli sono infatti veramente sfidanti, soprattutto per i bambini o per chi non ha l’abitudine ad utilizzare questo tipo di accessorio.

Come scegliere e indossare il casco
Come dicevamo il casco va indossato ogni volta che si sale in moto. Per fare in modo che non ci dia fastidio dopo pochi minuti è importante evitare di farsi prestare un casco da un amico, conviene invece averne uno di proprietà, che sia scelto secondo le dimensioni e la conformazione della propria testa. Ognuno infatti ha una testa diversa e, proprio come avviene quando si sceglie un cappello, anche il casco da moto non va acquistato con leggerezza. È sempre bene provarne diversi modelli, fino a trovare quello che per dimensioni e conformazione, non ci costringe il viso e ci fa sentire in situazione di perfetto comfort. Dopo aver scelto il modello giusto possiamo sbizzarrirci su colori e rivestimenti; l’importante è indossarlo sempre, chiuso in modo da mantenerlo in posizione durante il viaggio.