Caserta: timbravano il cartellino e facevano jogging, arrestati

0

Timbravano il badge e poi si allontanavano dal posto di lavoro, senza segnalarne l’uscita, per dedicarsi allo jogging o allo shopping, oppure per accompagnare i figli a scuola. Con queste accuse i carabinieri della compagnia di Maddaloni (Caserta) hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 16 indagati (9 agli arresti domiciliari e 7 sospesi dal servizio), tutti dipendenti dell’Asl di Caserta 1, tra cui 5 dirigenti, in servizio presso il Distretto 13 di Maddaloni, ritenuti responsabili, a vario titolo, di truffa e false attestazioni o certificazioni in concorso, con le aggravanti di aver commesso il fatto in danno di un ente pubblico. I 16 truffatori, colti in flagrante dalle telecamere dei militari, sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di truffa e false attestazioni o certificazioni in concorso, con le aggravanti di aver commesso il fatto in danno di un ente pubblico. Le indagini sui furbetti del cartellino dell’Asl di Caserta 1 sono state condotte da ottobre a dicembre 2015, attraverso il pedinamento e l’analisi dei tracciati dei cartellini magnetici di riconoscimento.Gli inquirenti avrebbero inoltre accertato, che due dirigenti della Medicina legale non erano presenti al momento del nulla osta per il seppellimento di alcune salme, ma loro firma compariva comunque sui documenti.