Caso Agnelli-Conte, aperta l’inchiesta: convocato Chiffi. Le possibili sanzioni

Il quarto uomo sarà ascoltato sull'accaduto, poi si procederà con gli altri tesserati

0
Antonio Conte
Antonio Conte neo allenatore dell'inter. Fonte WIkimedia Commons

Il caso Agnelli-Conte continua a tenere banco in queste ore, soprattutto alla luce del verdetto del Giudice Sportivo, che non ha emanato alcun provvedimento in quanto sul referto dell’arbitro Mariani non era scritto nulla a riguardo.

Non essendo presente alcun riferimento a gesti, insulti e comportamenti tenuti dai tesserati di entrambi i club, il Giudice non si è potuto esprimere, ma la procura della Federcalcio si è mossa aprendo subito un’inchiesta, così come accaduto per il caso Ibra-Lukaku.

Stando a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, con l’apertura dell’inchiesta nelle prossime ore sarà ascoltato il quarto uomo Daniele Chiffi, chiamato in causa da Antonio Conte.

A breve la procura acquisirà tutti gli audio, i video e le immagini per cercare di far luce su quanto accaduto in tribuna e a bordocampo. Si prenderanno in esame il dito medio di Conte, la lite tra Paratici e Oriali e le parole di Andrea Agnelli. I tesserati coinvolti saranno tutti ascoltati.

L’inchiesta potrebbe portare a sanzioni che oscillano tra multe e squalifiche per gli allenatori e un mese di inibizione per i dirigenti.