Caso Dybala, la Juventus vuole aiutare la Joya e media per ridurre il contenzioso con gli sponsor

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

Nella giornata di ieri il Corriere della Sera ha rivelato i motivi la rottura tra la Juventus e Paulo Dybala, la società bianconera non ha gradito il comportamento di Mariano, fratello e agente della Joya, volato a Parigi nelle scorse settimane per incontrare i dirigenti del Paris Saint Germain. Dal canto suo Dybala non ama interferenze nella propria vita familiare, per questo negli ultimi giorni ha vissuto da separato in casa, motivo per la quale Allegri l’ha relegato per due volte consecutive in panchina.

La Juventus vuole tenersi stretta il giocatore e ha deciso di fare un passo avanti per risolvere la situazione. Il club di Agnelli vuole aiutare la Joya a risolvere la grana legata agli sponsor, da sempre la Juve ha come partner Adidas, rivale della Puma che vanta un ricco impegno con Paulo. L’amministratore delegato Beppe Marotta e il suo staff si sono messi all’opera per cercare di ottenere un’uscita soft dall’attuale vincolo, ma il tutto sarà possibile solo se l’entourage di Dybala accetti di pagare delle penali. La società ha deciso di venire incontro al numero dieci, ma ora si aspetta risposte convincenti sul campo a partire già da stasera, quando i bianconeri saranno impegnati in Coppa Italia con il Genoa all’Allianz Stadium.