Cavani-Inter: ecco quali sono le condizioni affinché l’affare vada in porto

0

A poche ore dal fischio d’inizio di Inter-Bologna, partita imprescindibile per il campionato della squadra di Roberto Mancini, vogliamo proporre un clamoroso scenario di mercato che potrebbe aiutare la squadra nerazzurra a rinforzarsi di parecchio per il prossimo anno. L’indiscrezione l’avevamo già lanciata a metà gennaio e riguarda appunto l’attaccante del Paris Saint Germain Edison Cavani che ha grandissima esperienza nel campionato italiano e benissimo fece ai tempi del Napoli, e per non farlo rimpiagere ai tifosi partenopei c’è voluto solamente un Higuaín versione Nordahl. Tuttavia l’affare non è per niente facile perché il PSG non ha granché bisogno di soldi e perché si dovrebbero verificare una serie di situazioni affinché l’affare vada in porto. In particolare bisogna analizzare tre condizioni imprescibili per quest’operazione. Numero uno: L’Inter deve assolutamente arrivare terza in campionato e quindi qualificarsi in Champions League, sarebbero proprio gli introiti dei diritti della massima competizione continentale a finanziare l’operazione, già arrivando quarti non se ne potrebbe fare nulla, perciò già a partire da stasera c’è bisogno di dare il massimo. Numero due: Zlatan Ibrahimovic deve restare; è impensabile immaginare il presidente del PSG che si priva sia di Cavani che di Ibra nella stessa sessione di calciomercato, a meno che non vengano rimpiazzati tutti e due egregiamente. Numero tre: la più dolorosa condizione sarebbe quella della cessione di Mauro Icardi. Leggendo quest’articolo qualcuno stava già sognando la coppia Icardi-Cavani ma invece bisogna essere realisti e pensare che l’attaccante argentino farebbe monetizzare la società di Erick Thohir che comunque non avrebbe problemi con i tifosi prelevando poi Cavani e quindi tutti contenti.