Champions League, Basta solo Dybala per accedere ai Quarti

0
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535

Tra oggi e domani si conosceranno le ultime squadre che accederanno ai Quarti di finale di Champions League. Questa sera la Juventus ospita allo Juventus Stadium il Porto di Espirito Santo. All’andata i campioni d’Italia si imposero per 2-0 in Portogallo grazie alle reti del croato Pjaca e Dani Alves.

La Juventus fin da subito prova a passare in vantaggio: Bonucci mette in mezzo un traversone per Mandzukic però Dybala non riesce a centrare lo specchio della porta. La squadra portoghese prova timidamente ad entrare in area di rigore bianconera con Soares con un destro a giro e Brahimi poi. Al 23’ il portiere spagnolo Casillas deve fare una parata super per impedire a Mandzukic di schiacciare in rete il pallone del vantaggio. Ecco che nei minuti finali della prima frazione di gara arriva il goal del vantaggio juventino “grazie” ad un’ingenuità da parte di Maximiliano Pereira, il quale all’interno dell’area di rigore si “improvvisa” portiere. L’arbitro è attento e assegna il tiro da discetto alla squadra italiana che poi realizza grazie al goal dell’argentino Dybala. Ora la Juventus guida la partita in vantaggio di un goal contro il Porto.

Nella ripresa gli allenatori di entrambe le squadre effettuano i primi cambi: entrano Pjaca e Willy Boly per prendere il posto di Cuadrado e Andre Silva. Subito il Porto è vicinissimo a realizzare il goal del pareggio con Soares, quest’ultimo scaglia il suo tiro di un soffio largo oltre il palo destro. Qualche minuto più tardi Massimiliano Allegri si gioca il secondo cambio: Andrea Barzagli prende il posto di Benatia. Al 66’ Higuain si rende pericoloso provando a sorprendere all’interno dell’area di rigore di Casillas, ma il suo tiro termina largo sulla sinistra. Al 70’ anche l’allenatore si gioca il secondo cambio: entra Otavio esce Oliver Torres. Al 78′ Allegri si gioca l’ultimo cambio: entra Rincon il quale prende il posto di Dybala. La Juventus senza troppa difficoltà riesce a vincere anche in casa grazie ad una rete dell’argentino Paulo Dybala.

Quindi gli uomini di Allegri ora si trovano tra le migliori otto d’Europa. Ora la concentrazione e tutta spostata al prossimo mese, quando nel quartier generale della Uefa si delinereanno gli accoppiamenti dei quarti di finale.