Champions League, Juve-Monaco: Allegri ha scelto la classe di Pirlo

0

Riecco Andrea Pirlo. Poco meno di un mese dopo lo stiramento al polpaccio (era il 24 febbraio nel match d’andata con il Borussia Dortmund), il numero 21 torna a riprendersi il centrocampo della Juventus. Scelta di Massimiliano Allegri che ha bisogno della sua esperienza e della sua classe: l’alternativa era affidarsi al giovane e promettente SturaroDifesa a quattro con la volontà di non rischiare, almeno dall’inizio, l’acciaccato Barzagli.

Si torna così al 4-3-1-2, modulo tanto caro all’allenatore bianconero. Formazione praticamente già fatta con Lichtsteiner ed Evra sugli esterni e Bonucci-Chiellini al centro della retroguardia. A centrocampo con il rientro di Pirlo ecco Marchisio e Vidal, dietro al trequartista Pereyra. In attacco coppia scontata: Tevez e Morata, i mattatori del Borussia. Ora assalto alla semifinale, un traguardo che a Torino manca dal 2003. Bisogna segnare, ma Allegri in conferenza stampa (come successo agli ottavi) ha sottolineato l’importanza di non subire gol.

Dall’altra parte, qualche dubbio in più per Jardim. Il Monaco va verso il 4-2-3-1 con Toulalan in campo dopo il grande spavento di venerdì (risentimento al bicipite femorale sinistro). L’allenatore portoghese pare intenzionato a rischiarlo per dare qualità al suo centrocampo. In difesa dovrebbe esserci Ricardo Carvalho, uno che di esperienza ne ha da vendere. In attacco dubbio Berbatov che potrebbe partire dalla panchina con il giovanissimo Martial nel ruolo di unica punta.

LE PROBABILI FORMAZIONI

 

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pereyra; Tevez, Morata. A disp.: Storari, Ogbonna, Barzagli, Sturaro, Llorente, Matri, Coman. All.: Allegri

MONACO (4-2-3-1): Subasic; Fabinho, Carvalho, Abdennour, Kurzawa; Toulalan, Kondogbia; Dirar, Moutinho, Ferreira-Carrasco; Martial. A disp: Stekelenburg, Wallace, Elderson, Raggi, Matheus Carvalho, Bernardo Silva, Berbatov. All.: Jardim