Charlize Theron sullo scandalo Weinstein: “Non sono sorpresa”

0
L'attrice Charlize Theron nel 2012. (Immagine di Wikimedia Commons).

Charlize Theron si aggiunge alla lunga lista di star di Hollywood che hanno mostrato il loro supporto verso le vittime degli abusi del produttore Harvey Weinstein.

L’attrice ha rilasciato una dichiarazione sul proprio profilo instagram a riguardo.

Inoltre ha aggiunto che è importante ricordare che non solo nell’industria cinematografica uomini importanti abusano del proprio potere e che questi comportamenti non si devono tollerare.

Ecco la dichiarazione di Charlize Theron

“Le donne che ha parlato dell’abuso subito sono coraggiose ed eroiche. Nonostante io non abbia avuto un’esperienza simile con Harvey Weinstein, non posso dire di essere sorpresa. Questa cultura esiste da sempre. Non solo a Hollywood ma in tutto il mondo. Molti uomini in posizioni di potere se la sono cavata con comportamenti simili per troppo tempo. Non possiamo incolpare le vittime. La maggior parte di queste donne sono giovani, all’inizio delle loro carriere e non potrebbero opporsi a un uomo così influente. Quando hanno il coraggio di parlare, non vengono ascoltate. Si ritrovano in una posizione critica che potrebbe distruggere le loro carriere. Questo è un passo positivo verso il cambiamento. Tutte queste giovani donne devono sapere che non sono solo e che potrebbero rivolgersi a qualcuno se qualcosa del genere dovesse accadere. Voglio che voi sappiate che io vi sostengo.” 

Molti film di Charlize Theron sono stati distribuiti dalla Miramax, la compagnia fondata da Harvey e Bob Weinstein nel 1979. La compagnia contribuì alla rivalutazione dei film indipendenti a Hollywood, trascinandoli al centro di campagne per premi prestigiosi, come gli Oscars, durante l’award season americana.

Nel 1993 la Miramax fu acquistata dalla Disney. Nel 2005 i fratelli Weinstein lasciarono la compagnia per fondare la The Weinstein Company.

Tra i film più importanti di Charlize Theron, distribuiti dalla Miramax, ricordiamo “Le regole della casa del sidro” (1999) che ricevette molte nomination ai premi Oscar, Golden Globes e BAFTA.