Ivan Perisic lusingato dall’interesse del Chelsea di Conte

0

Dopo l’ufficialità di Antonio Conte al Chelsea dalla prossima stagione, l’attuale allenatore della Nazionale sta già iniziando a preparare il calciomercato estivo dei blues per cercare di rinforzare la rosa e provare l’anno prossimo ad essere nuovamente competitivi. Tutto ciò per forza di cose porterà a distrarlo durante l’avventura europea in Francia con l’Italia, perché durante gli Europei saremo proprio nel periodo clou del mercato quando le squadre importanti cominciano a ultimare i colpi per poi fornire ai propri allenatori una rosa almeno che si avvicina a quella definitiva. In particolare Antonio Conte potrebbe fare la spesa proprio in Italia. Oltre all’interessamento per Leonardo Bonucci per rinforzare la difesa, in questi giorni i riflettori sono puntati su Ivan Perisic, mezza punta, ala sinistra dell’Inter. Il calciatore croato, seppur a rate e da ultimare nei prossimi anni, è costato ai nerazzurri circa 20 milioni di euro, e per via della confusione tattica di questa stagione non è mai riuscito a fornire prestazioni positive con continuità. Nei giorni scorsi il suo agente Tonci Martic è stato raggiunto dai microfoni di Goal.com e si è detto lusingato dell’interessamento di una squadra come il Chelsea: “Essere relazionati ad una squadre come il Chelsea che sarà allenata da un allenatore come Antonio Conte non può che essere entusiasmante per Perisic“. Martic ha poi rincarato la dose alludendo alla superiorità del campionato inglese rispetto a quello italiano: “La Premier League è uno dei migliori campionati del mondo e il Chelsea è una grandissima squadra, quindi ci farebbe piacere trattare con loro, ma al momento non c’è comunque nessuna offerta e siamo solo alle parole”. Se Roman Abramovich volesse davvero accontentare Antonio Conte e regalargli Perisic dovrebbe offrire a Erick Thohir un assegno da 20 milioni a salire per permettere alla squadra allenata da Roberto Mancini quanto meno di rientrare nei costi dell’operazione, ma siamo sicuri che Ausilio &Co chiederanno di certo una cifra non inferiore ai 30 milioni come prima offerta.