Chelsea-M.Tel Aviv, non c’è da fidarsi dei Blues

0

Il Chelsea di Josè Mourinho se la passa proprio male. Oltre ai risultati negativi in Premier League (solo 4 punti in 5 partite disputate), l’ultimo dei quali è stata la pesante sconfitta per 3-1 subita ad opera dell’Everton, il club sta vivendo anche un momento di agitazione interna a causa dei poco ortodossi atteggiamenti dello Special One nei confronti dello staff medico e in particolare nei riguardi di Eva Carneiro, pronta a far causa al Chelsea. Una situazione che ha provocato l’ira di Abramovich, indirizzata inevitabilmente sul tecnico portoghese.

Molti tifosi accorreranno questa sera a Stamford Bridge fiduciosi in un riscatto dei propri beniamini, dato che l’avversario di turno è il Maccabi Tel Aviv, non proprio la squadra più forte del mondo. Il problema è che, come spesso accade, partite del genere vengono ampiamente sottovalutate un pò da tutti e talvolta utilizzate per fare esperimenti tattici. Come riporta il Telegraph, Mourinho ha già detto che per questo match dovrà provare una nuova dinamica e una nuova formazione, semplicemente perché è “costretto”. Ciò che più preoccupa in casa blues è il clamoroso, pessimo, stato di forma fisico della squadra, e il problema principale associato a questo fenomeno è il fatto che la difesa del Chelsea non sta dietro agli avversari: 12 gol subiti nelle prime 5 giornate di Premier League sono troppi, specialmente per uno come Mourinho, il quale non disdegna certamente la sua attenzione per la fase difensiva.

Dall’altro lato c’è il Maccabi Tel Aviv, una squadra che ha sbattuto fuori il Basilea. E che ha decisamente il suo elemento migliore nell’ex Palermo Zahavi, autore di 7 reti nelle 6 partite disputate nei preliminari di Champions. Aggiungeteci che gli uomini guidati da Jokanovic daranno inevitabilmente tutto in una partita del genere e il risultato è solo una constatazione di fatto: che il Chelsea deve stare attento. Considerati i volti che Mourinho proporrà dal primo minuto (probabilmente Loftus-Cheek sarà titolare a centrocampo mentre in difesa Rahman è pronto a fare addirittura il suo debutto), è ampiamente sottovalutata l’ipotesi che il Chelsea subisca almeno un gol in questo scontro di Champions.