Chiara Ferragni, duro sfogo su Instagram: “Una mamma che lavora perché deve essere giudicata negligente?”

Ennesimo sfogo di Chiara Ferragni dopo aver letto un articolo di giornale contro di lei

0
Chiara Ferragni, fonte: Instagram pagina chiaraferragni.italia

Chiara Ferragni in questi giorni ha avuto un gran da fare a New York assieme a sua sorella Valentina. Le due, infatti, si sono dedicate anima e corpo al loro lavoro da imprenditrici, per questo motivo l’influencer ha ricevuto parecchie critiche. Vediamo cosa è successo e il perché del suo sfogo.

Chiara a New York, Fedez a Milano

L’influencer e imprenditrice è volata negli States per lavoro, così il marito Fedez è rimasto a Milano con i due bimbi: Leone e Vittoria. Nulla di strano, ma qualche giornale ha bacchettato la Ferragni e giudicata negligente. Queste accuse non sono affatto piaciute all’imprenditrice, la quale infatti ha deciso di rispondere e sfogarsi sui social.

Lo sfogo della Ferragni

L’influencer da oltre 25 milioni di follower, ha condiviso lo screenshot dell’articolo in questione che cita testuali parole: “Chiara Ferragni e Fedez, lei vola a New York e si trasforma in Cat Woman e lui fa il babysitter a Milano”. Il pezzo non deve essere affatto piaciuto all’influencer, così ha deciso di rispondere.

“Una mamma che lavora perché deve essere giudicata negligente?” ha tuonato su Instagram Chiara. “Una mamma che si sente bene con il proprio corpo perché si deve sentire in colpa? Una mamma che non dimentica di essere anche donna, moglie, lavoratrice, figlia, amica perché deve essere discriminata?” ha continuato.

“Come madre, imprenditrice e donna ho la fortuna di poter dedicare molto più tempo alla mia famiglia e ai miei bambini di quanto sia concesso alle donne che lavorano sotto un capo, ma non è comunque abbastanza per un certo tipo di giornalismo maschilista e tossico. Noi donne dobbiamo ancora una volta fare il doppio per essere apprezzate la metà! A me stessa e a tutte voi dico: non rinunciamo a lottare e a pretendere di essere considerate al pari degli uomini” ha concluso.