Chiariello torna a parlare del Napoli e della penalizzazione della Juve

0
Logo Napoli
Wikipedia

Umberto Chiariello è tornato a parlare della Questione della penalizzazione della Juventus e della multa che potrebbe gravare sulle tasche di De Laurentiis.

In base a quanto emerso dalle indagini, il club bianconero sarà costretto a scontare 15 punti di penalizzazione mentre le altre squadre coinvolte e i rispettivi amministratori e dirigenti sono stati prosciolti. I punti inizialmente chiesti da Chiné erano 9 ma la Corte ha optato per la maggiorazione per assicurarsi che la Juve resti fuori dalla zona Champions, considerando che le penalizzazioni si danno a fine campionato.

Chiariello analizza la questione e i capi d’accusa sono da imputare al ”libro nero” di Paratici ovvero un foglio dove metteva i cognomi e le plusvalenze da fare, le intercettazioni tra Elkan e Agnelli e altre prove legate all’avvocato Gabbasio, responsabile degli affari legali della Juventus.

A non essere coinvolto nelle indagini è stato anche il club di Aurelio De Laurentiis nonostante la plusvalenza fittizia per 19,3 milioni per arrivare a Victor Osimhen. Chiariello a tal proposito sottolinea: “Il Napoli ha fatto una sola plusvalenza, non un sistema, ed ha un bilancio pulito. I 50mln per Osimhen sono stati realmente spesi, il valore dei ragazzi della Primavera e di Karnezis non si può stabilire. Il Napoli al massimo può rischiare una multa“.