Chiellini e il retroscena su Sarri nella biografia: “Parliamo con lui nel suo ufficio prima della doccia per non puzzare di fumo”

Il difensore bianconero nel suo libro ha svelato un aneddoto sulla quotidianità con Maurizio Sarri

0
Giorgio Chiellini, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=23041447
Giorgio Chiellini, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=23041447

Lo scorso 12 maggio è uscito in librerie e edicole il libro “Io Giorgio”, biografia di Giorgio Chiellini scritta con il giornalista Maurizio Crosetti. Il difensore della Juventus ha voluto far conoscere ai propri fan la storia della sua vita, partendo dall’infanzia, dalla famiglia e raccontando curiosi retroscena su ciò che accade quotidianamente nello spogliatoio.

Il capitano bianconero ha svelato anche un aneddoto su Maurizio Sarri, sulla sua ossessione per il possesso palla nella metà campo avversaria e sul vizio del fumo, vero e proprio tormento per i giocatori.

Ecco quanto si legge:

“È sempre alla ricerca della perfezione, per esempio il cento per cento di possesso palla nella metà campo avversaria… Utopia, certo. Forse però è proprio questo suo modo di ragionare ad averlo portato fin qui, partendo come ha fatto dal basso. Ha anche un carattere particolare, molto chiuso, anche se la Juventus è riuscita a smussargli qualche angolo. 

Una cosa sulla quale però non c’è stato verso di intervenire è il suo attaccamento smodato alle sigarette: si va a parlare con lui nel suo ufficio solo prima della doccia, ancora con la divisa da gioco addosso, perché se lo facessimo dopo puzzeremmo di fumo in maniera incredibile”.