Chirurgia plastica alla vagina. Sempre più donne dicono si

0

Si allargano le frontiere della chirurgia estetica. Dopo seno, botox, labbra e altri piccoli ritocchi, anche gli interventi alla vagina non spaventano più.
A svelarlo è il chirurgo plastico dottor Jennifer Walden, texana, che ogni settimana pratica tre interventi di chirurgia plastica alla vagina, sottolinenado: “una delle più popolari procedure cosmetiche scelte dalle donne”.
Le donne più disinibite sembrano essere quelle statunitensi, negli Usa, infatti, dal 2013 al 2014 si è registato un aumento del 49%, e quelle anglosassoni, la cui richiesta dal 2010 ad oggi è quintuplicata.
Tra i problemi più frequenti, chiarisce la Walden, come riporta il Daily Mail, quello di labbra vaginali troppo lunghe che ostacolerebbero la pratica di alcune attività sportive o la possibilità di indossare indumenti attillati come i pantaloni per lo yoga o un bikini, per non parlare delle ripercussioni psicologiche sull’attività sessuale.
“Le donne – afferma in chirurgo- sono arrivate a essere più consapevoli della propria zona genitale grazie all’accesso a immagini pornografiche e alla nuova tendenza della rimozione totale dei peli pubici”. Così stufe dei disagi estetici e dei problemi di sesso derivanti da una vagina non proprio perfetta, approdano alla labioplastica, ovvero il rimodellamento delle labbra, che consiste nel cambiare forma e/o dimensioni delle stesse, oppure una vaginoplastica, una procedura per ridurre la vagina, di solito richiesta dopo un parto o a causa della vecchiaia.