Chiusi fuori casa? Come risolvere la situazione e prevenirla

0

A chiunque possieda una serratura che dall’esterno si apre solo con la chiave, può accadere di restare chiuso fuori. Come è possibile? Le normali porte d’ingresso hanno una maniglia mobile sia all’interno che all’esterno. Questo consente esse di poter essere aperte sia da dentro che da fuori abbassandole, ovviamente a meno che non sia girato il chiavistello. Alcuni modelli però non hanno dall’esterno la maniglia mobile, ma piuttosto un pomello fisso che serve praticamente solo per spingere e tirare la porta al momento dell’apertura e della chiusura che avviene girando la chiave.

Queste porte sono comode perché consentono una volta usciti di avere la porta chiusa senza dover necessariamente ogni volta perdere tempo a girare la chiave e chiuderla. Ogni comodità ha il suo prezzo, però, e in questo tipo di porte è quello del rischio di restare chiusi fuori dalla porta, cioè di restare al di là della stessa (fuori) senza avere però le chiavi con sé. Questo può accadere per diversi motivi: in sostanza, comunque, o ci si dimentica di prenderle per distrazione o la porta si chiude per via del vento o, per esempio di un bambino che la spinge.

Si tratta di una situazione spiacevole che purtroppo si può verificare ma che è del tutto risolvibile.

Restare chiusi fuori casa non è solo sgradevole, ma anche pericoloso

Restare chiusi fuori casa è una situazione veramente molto sgradevole e fastidiosa perché non essendo ovviamente prevista nella maggior parte dei casi non si ha con sé né il cellulare per poter chiamare e chiedere aiuto, né, per esempio, le chiavi dell’auto per raggiungere chi (magari) ne possiede una copia. Se si abita al piano terra si potrebbe pensare di accedere da una finestra aperta, ma se così non fosse la situazione potrebbe diventare pericolosa e sicuramente è meglio evitare.

In talune situazioni restare chiusi fuori casa può diventare pericoloso. Basta infatti immaginare se, per esempio, dentro casa è rimasto un bambino piccolo da solo o che si è lasciato qualcosa sul fuoco a cucinare che rischia di bruciare ed incendiarsi. Situazioni di questo tipo, com’è facile capire, diventano emergenze che richiedono un intervento immediato e tempestivo.

Cosa fare se si resta chiusi fuori

Per sicurezza c’è chi lascia una copia delle chiavi di casa ad una persona di fiducia, un parente o un vicino: in tal caso è sufficiente trovare il modo di contattarli per farsi raggiungere con la copia delle chiavi. Altri nascondono una chiave “di riserva” in un punto strategico all’esterno di casa, ma si tratta di un’usanza forse d’altri tempi o impiegata più nei piccoli tranquilli paesini di periferia che nelle grandi città.

Per chi resta chiuso fuori casa e non ha la possibilità di accedere a nessuna copia delle chiavi diventa fondamentale poter far riferimento ad un esperto del settore nella propria città: un fabbro pronto intervento a Bergamo, a Milano o dovunque si sia, che possa intervenire rapidamente per ripristinare la situazione. Questo tipo di professionista è necessario anche se si smarriscono le chiavi di casa o se queste si spezzano nella serratura. Egli si occuperà di aprire la porta cercando di conservarla il più possibile intatta, molto semplicemente sostituendo la serratura.