Il mondo del ciclismo piange la sua scomparsa: ecco di chi si tratta

0

E’ scomparsa stamattina Valeria Cappellotto, a soli 45 anni: ciclista di tutto rispetto negli anni ’90, divenne campionessa italiana esattamente nel ’99. La sua gara più importante alla fine non è riuscita a vincerla: quella di sconfiggere un male incurabile, per il quale combatteva da molto tempo. Lascia il marito e 3 figli. La sorella minore Alessandra ( anch’ essa ciclista, campionessa nel ’97 ) vuole ricordarla in questo modo: ” Questa mattina ci ha lasciati la mia cara sorella Valeria. Come sempre nelle salite più dure, se scattava, mi mollava di ruota. Stamattina l’ho vista allontanarsi e mi aspetterà dopo l’arrivo più ambito, per Prima, come molte volte. Chi le vuole bene dica una preghiera, a lei farà piacere “.
Ripercorrendo le tappe della giovane, quanto sfortunata ciclista, tra i momenti più significativi, figurano sicuramente due partecipazioni ai Giochi Olimpici, finite in 17° posizione a Barcellona nel ’92 e 31° a Sidney nel 2000. Nel ’99 diventa campionessa d’ Italia, il punto più alto della sua onorabilissima carriera.