Cinemagia a Locarno

0
Vista Pizza Grande, panoramiche

In Svizzera si tiene da decenni il Locarno Festival, il secondo festival cinematografico internazionale in termini di longevità dopo quello di Venezia. Dalla prima edizione, risalente al 1946, Locarno ha saputo convogliare grande attenzione sull’evento, affermandosi a livello mondiale. Insieme ai Festival di Berlino, di Cannes e di Venezia, il festival di Locarno è riconosciuto dalla Federazione internazionale delle associazioni dei produttori di film (nota con l’acronimo di FIAPF) come una delle competizioni più prestigiose del settore. Ogni anno nella città elvetica viene assegnato come premio il prestigioso Pardo d’oro.

Uno degli aspetti più caratteristici di questo festival è il fatto che la Piazza Grande di Locarno ogni anno si trasforma per l’occasione in una grandissima sala cinematografica a cielo aperto. Le pellicole vengono proiettate su uno schermo largo 26 metri e alto 14, in una delle piazze più grandi del mondo, piazza che può ospitare oltre 8.000 persone.

Il titolo di città del Cinema però non spetta a Locarno solo per questo evento, ma perché la città è stata capace di organizzare e proporre cicli di proiezioni per tutto l’anno, anche fuori dalla nota kermesse. Un gruppo locarnesi da oltre trent’anni organizzano un festival dedicato ad un pubblico più giovane, con grande successo e partecipazione. Proprio in questi giorni in questi giorni infatti, dal 15 al 26 ottobre, si tiene la 32° edizione di Cinemagia. L’evento vede in programma ben 21 proiezioni, di cui 15 lungometraggi e 8 cortometraggi.

 

I film in programma vengono proiettati nella loro versione italiana, in modo che tutti gli spettatori possano comprendere in maniera immediata le pellicole, ad eccezione di due film proiettati in serata: “Loving Vincent” e “Intrigo Internazionale”. Il primo è un lungometraggio d’animazione di produzione britannico-polacca diretto da Dorota Kobiela e Hugh Welchman. Il film è stato distribuito nei cinema italiani solo per tre giorni, dal 16 al 18 ottobre 2017. “Loving Vincent” è il primo film interamente dipinto su tela, basandosi sulla rielaborazione di più di mille dipinti realizzati da 125 artisti di tutto il mondo. Più di 65000 fotogrammi, riproposti con la tecnica del rotoscope. Il film è stato finanziato in parte con un’operazione di crowdfunding su Kickstarter, il budget totale dell’operazione si è aggirato intorno ai 5,5 milioni di dollari.

“Intrigo internazionale” è stato proiettato in versione originale inglese con sottotitoli in italiano. Il film è un classico del cinema, uno dei più noti lavori di Alfred Hitchcock. È una spy story travolgente, una lunga catena di equivoci e di fraintendimenti, un continuo susseguirsi di colpi di scena. Indimenticabile l’inseguimento sul Monte Rushmore tra le enormi teste dei presidenti americani scolpite nella roccia. Tra gli altri film di Hitchcock ricordiamo capolavori come “Psycho”, il thriller per eccellenza, la cui colonna sonora vanta uno dei temi più riconoscibili della storia del cinema o “La finestra sul cortile”, film che vede James Stewart nei panni di un fotoreporter infortunato, affiancato dalla splendida Grace Kelly. Torna alla mente l’inquietantissimo “Gli uccelli”, o Caccia al ladro, film di avventura tra lusso, casinò e gioielli.

 

Tra gli altri film in cartellone troviamo: “Oceania”, “Io, Daniel Blake”, “Il GGG – Il grande gigante gentile”, “The Circle”, “Kubo e la spada magica”, “La mia vita da Zucchina”. Film per tutti, che uniscono, emozionano e raccolgono pubblico di tutte le età.