Cinque consigli di Nautica Mare per fare immersioni subacquee

0

Per fare immersioni non è sufficiente avere l’attrezzatura adatta e trovare un bel posto. Il corpo non è abituato a stare sott’acqua e ci sono alcuni concetti da sapere per evitare di star male. Nautica Mare ha stilato questa lista di 5 consigli necessari per fare immersioni sub.

# 1  Allenati e preparati

Se vuoi fare immersioni subacquee, è indispensabile avere la giusta preparazione. Non puoi pensare di fare immersioni sub da zero poiché occorre un certo allenamento. Nuotare sott’acqua richiede una certa forza fisica perché devi sopportare il peso dell’attrezzatura e anche la pressione dell’acqua sopra di te. Ci vogliono esercizi specifici per rafforzare i muscoli e non avere i crampi. Fai sempre stretching prima di entrare in acqua e riscalda bene i muscoli con gli esercizi preparatori al fine di prevenire i devastanti crampi e dolori muscolari.

# 2     Organizza un gruppo

Gli sport subacquei non sono da fare in solitaria perciò se vuoi immergerti, organizza un gruppo. Per le tue avventure sottomarine ci vogliono dei compagni tenervi d’occhio l’un l’altro e aiutarvi in caso di pericolo. Ci sono dei gesti che ti permettono di comunicare con il gruppo anche in fondo al mar e per segnalare il bisogno di aiuto. Questo stratagemma permette di fare immersioni anche se non sei molto esperto potendo fare affidamento su uno o anche più compagni più avvezzi.

# 3   Controlla l’attrezzatura

Prima di iniziare l’immersione, è buona norma verificare le condizioni dell’attrezzatura. Devi essere certo di iniziare la tua avventura con l’equipaggiamento in perfetto stato. Se non te ne intendi molto, fatti aiutare da un membro esperto del tuo gruppo così non corri rischi inutili. Muta, pinne, bombole, giubbotto, zavorra, erogatore, coltello etc. devono essere in perfette condizioni. Trovi tutto quello che ti serve su nauticamare.it

# 4     Controlla il respiro

Devi anche imparare a controllare la respirazione quando fai immersioni. Durante le immersioni sub a molti verrebbe naturale trattenere il respiro ma devi vincere questa sensazione e sentirti a tuo agio a usare il respiratore. Stai calmo e non agitarti sott’acqua per molte ragioni: consumi l’ossigeno della bombola più velocemente e diffondi il panico nel gruppo. Purtroppo, possono esserci degli imprevisti in fondo al mar mentre ti trovi davanti a delle meraviglie naturali. Le orecchie possono far male, può venirti un crampo oppure restare impigliato in qualche cosa… devi esser pronto a ogni evenienza e, se così non fosse, non perdere la calma e fatti aiutare dai tuoi compagni che saranno lì al tuo fianco.

# 5   Riposa e riprenditi

Fare immersioni subacquee richiede un grande sforzo fisico e perciò dopo devi riposare. Stai sdraiato e resta ben idratato con acqua e anche bevande per sportivi. Consuma cibi calorici che aiutano a ristabilire le forze ma anche frutta e verdura in quantità.

Se ti senti male dopo le immersioni, rivolgiti subito a un medico perché potresti avere una malattia da decompressione se sei risalito troppo in fretta. Infine, ricorda che non è il caso di fare un’immersione se dopo 24 ore devi prendere un volo areo, sempre per colpa del cambio di pressione troppo repentino.