Clamorosa rivelazione di Moggi a Sportitalia: ‘Henry? Ecco perchè non sbagliai a cederlo’

0
Thierry Henry, fonte By joshjdss - Arsenal U19s Vs Olympiacos, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=44077957
Thierry Henry, fonte By joshjdss - Arsenal U19s Vs Olympiacos, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=44077957

Intervenuto durante la trasmissione “Calcio & Mercato”, su Sportitalia, Luciano Moggi è tornato a parlare della cessione di Henry dopo l’avventura non esaltante con la maglia della Juventus. A qualche anno di distanza Moggi ritiene di aver fatto comunque la scelta giusta, ecco perchè:

“Con la cessione di Henry ho sbagliato? Henry non era uno sbaglio. Era un giocatore giovanissimo che in Italia aveva bisogno di 30 metri davanti, doveva guardare il campo e la porta avversaria. Nella Juventus che stava sempre in area avversaria non ci poteva stare, perchè non aveva il momento per scattare e non aveva i metri, Ancelotti non lo vedeva molto bene. Io ho visto quello che succedeva, ho capito l’allenatore, ma ho capito anche il giocatore, perchè ho parlato con Arsene Wenger allenatore dell’Arsenal, il quale lo aveva avuto a Montecarlo. Lui ha capito che in Inghilterra ci sono molti più spazi, la marcatura è relativa e lì ha fatto dei grandi campionati, fino a diventare un uomo importante anche in area avversaria. L’errore non è di aver dato via Henry, perchè l’ho pagato 20 miliardi e l’ho ceduto a 33. E io avevo bisogno di fare queste cose perchè non avevo soldi. Poi per 18 ho preso Trezeguet, ditemi se ho fatto male…”.